La Mercedes-AMG Petronas di Valtteri Bottas (Ansa)
La Mercedes-AMG Petronas di Valtteri Bottas (Ansa)

Sochi (Russia), 25 settembre 2020 -  Il mondiale di Formula 1 fa tappa sul circuito di Sochi per il Gran Premio di Russia. Dopo il giro di boa della tappa storica del Mugello, vinta dal cannibale Lewis Hamilton, sempre più dominatore assoluto del circus della F1, ecco la trasferta in Russia. Il grande atteso è proprio il fenomenale pilota britannico che a Sochi, in caso di ennesima vittoria, eguaglierebbe il record di 91 successi che appartiene a Michael Schumacher.  "Schumacher? - ha detto Hamilton in sede di presentazione del Gp di Russia - L'ho conosciuto la prima volta su una pista di kart ed è stato fantastico da ragazzino potermi trovare sullo stesso tracciato. Ma il ricordo più importante è quello di Abu Dhabi dove ci siamo scambiati i caschi. E' tuttora il mio casco più prezioso e verso Schumacher ho un sentimento di pura ammirazione".

Classifica piloti - Classifica costruttori

Calendario F1

Se domenica qualcuno si metterà di traverso tra Hamilton e la vittoria 91, difficilmente questo sarà un pilota della Ferrari, visto che oltre alle carenze della monoposto la pista di Sochi non è mai stata favorevole alle Rosse. né Charles Leclerc Sebastian Vettel sono nelle condizioni di competere ad alto livello. La delusione del Mugello è ancora fresca per la Ferrari che continua a usare questo mondiale come un lungo percorso per tornare a essere competitiva per traguardi più ambizioso e in linea con la sua gloriosa storia.

Nella prima sessione di prove libere la Mercedes di Valterri Bottas ha fatto segnare il miglior tempo. Il finlandese ha chiuso con il tempo di 1'34''.923, seguito dalla Renault di Daniel Ricciardo a +0.507 e dalla Red Bull di Max Verstappen a +0.654. Non brilla Lewis Hamilton solo 19°. Incidenti per Sainz e Latifi ma senza conseguenze per loro. In quarta posizione chiude Sergio Perez con la Racing Point, seguito dal compagno di squadra Lance Stroll. Subito dietro la Renault di Esteban Ocon, l'Alpha Tauri di Daniil Kvyat e la Red Bull di Alexander Albon. Solo nona la Ferrari di Sebastian Vettel, seguita da Pierre Gasly con l'altra Alpha Tauri e dal compagno in rosso Charles Leclerc, con Carlos Sainz 12esimo e Antonio Giovinazzi 14esimo. Le libere 2 partiranno alle 14. Sabato ci saranno prove libere 3 (dalle 11) e le qualifiche (dalle 14), mentre domenica (dalle 13.10) via alla gara.

La Mercedes di Valtteri Bottas ha poi fatto segnare il miglior tempo anche nelle seconde prove libere. Il finlandese ha migliorto il tempo della mattina, fermando il cronometro sull'1'.33''.519, precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton a +0.267 e la Renault di Daniel Ricciardo a +1.058. Quarto crono per Carlos Sainz con la McLaren seguito dal compagno di squadra Lando Norris. Sesto tempo per Sergio Perez e settimo per la Red Bull di Max Verstappen, Chiude all'ottavo posto la Ferrari di Charles Leclerc a +1.533, seguito da Ocon e Sebastian Vettel che chiude la top ten con un ritardo da Bottas di +1.664.

Ufficiale Domenicali a capo della F1

Stefano Domenicali è il nuovo Ceo e presidente della Formula 1. Il suo mandato inizierà dal primo gennaio 2021. E' quanto si legge in una nota pubblicata sul sito della F1. Domenicali assumerà il nuovo incarico al posto di Chase Carey, che sarà presidente non esecutivo.

F1 Gp Russia, rivivi le prove libere 2

Il circuito di Sochi

Il tracciato è lungo 5.548 metri ed è stato ultimato nel 2014 in concomitanza con le Olimpiadi Invernali. E’ situato a Sochi sul Mar Nero nel territorio del Krasnodar e presenta 18 curve con una parte veloce e una mista. Il rettilineo di partenza, in uscita da curva 19, è lungo oltre un chilometro fino a curva 2 e servirà una grande potenza dei motori ma anche carico aerodinamico per affrontare la parte centrale, fatta di numerose curve a novanta gradi che caratterizzano il circuito. Il record della pista è stato siglato in qualifica da Valtteri Bottas nel 2018 in 1’31”387 ma in generale questo è un tracciato Mercedes, con la casa tedesca che ha vinto tutti i gran premi di Russia dal 2014 in avanti (4 volte Hamilton, una Rosberg e una Bottas).