Paolo Nicolato (Ansa)
Paolo Nicolato (Ansa)

Pisa, 18 novembre 2020 - Con il pass per l'Europeo di categoria in programma nel 2021 l'Italia ha solo l'onere di chiudere bene la fase di qualificazione e, perché no, di 'vendicare' il 3-0 subito nella gara di andata che ha rappresentato tra l'altro l'unica sconfitta messa a referto: la missione riesce perfettamente agli azzurri, che battono per 4-1 la Svezia trovando così la quinta vittoria consecutiva. Da segnalare le prime gioie con la maglia dell'Italia per Maleh e Raspadori, autore addirittura di una doppietta: il tutto è rifinito dal sigillo del solito Scamacca, al terzo gol nelle ultime due partite disputate e dal gol della bandiera ospite firmato da Karlsson.

Il primo tempo

L'Italia si fa preferire sul piano del possesso palla, ma per vedere un'azione da gol bisogna aspettare il 21', quando sugli sviluppi di un contropiede Melegoni serve Scamacca, che col destro fa lavorare in due tempi Dahlberg. E' il preludio alla rete siglata al 27' da Maleh, che capitalizza il suggerimento di Sala con un capolavoro al volo che si spegne all'incrocio. La replica della Svezia arriva solo al 44', quando Gigovic imbuca per Bengtsson: solo una grande uscita di Cerofolini evita il peggio agli azzurri. Nell'occasione il portiere dell'Italia resta anche acciaccato ma stringe i denti e rimane in campo.

Il secondo tempo

Nicolato manda in campo Delprato e Marchizza per Buongiorno e Sala, mentre resta sul rettangolo verde Raspadori, che al 48' sigla il raddoppio con un'azione personale che culmina con un destro dal limite che si insacca all'incrocio dei pali. La pratica sembra chiusa per gli azzurri, che invece al 50' subiscono la rete degli ospiti: a segnare è Karlsson, bravo a riconquistare la sfera dopo la chiusura così così di Cuomo sul cross di Bejimo. L'Italia non si scompone e al 61' ristabilisce il doppio vantaggio ancora con Raspadori, che viene innescato da un tacco di Scamacca: arrivato davanti a Dahlberg l'attaccante del Sassuolo non sbaglia e scrive il 3-1. Gli azzurri non sono paghi e vanno vicini addirittura al poker con Zappa prima e Melegoni poi: in entrambi i casi la sfera non centra per un soffio la porta ospite. La missione riesce al 67' a Scamacca, che con il piatto destro sfrutta al meglio il suggerimento proprio di Zappa. La Svezia alza bandiera bianca non prima del tentativo del solito Karlsson, che col destro a giro sfiora la porta difesa da Cerofolini, che esulta così come l'intera Italia, pronta per la rassegna europea in programma la prossima estate.

Leggi anche: Under-21, Islanda-Italia 1-2. Pobega super con una doppietta