Paolo Nicolato (Ansa)
Paolo Nicolato (Ansa)

Reykjavik, 12 novembre 2020 - E' l'uomo del momento in casa Spezia e lo è anche nell'Italia Under-21: è Tommaso Pobega a decidere la delicatissima sfida contro l'Islanda valida per le qualificazioni agli Europei di categoria. Ad aprire le marcature è stato proprio il centrocampista di scuola Milan, che ha visto vanificato il suo mancino dall'errore in uscita di Carnesecchi che ha spianato la strada al gol del momentaneo pareggio siglato da Willumsson. Nel momento di maggiore difficoltà degli azzurri torna protagonista Pobega che, stavolta col destro, complice una deviazione, trafigge ancora Gunnarsson e rafforza il primato della Nazionale nel Gruppo 1: il pass per la fase finale dell'Europeo è vicino e potrebbe arrivare già contro il Lussemburgo, match in programma domenica 15 novembre alle 17.30.

Il primo tempo

Il primo brivido lo procura Carnesecchi, che si incaponisce in un dribbling che per poco Gudjohnsen non intercetta. Al 9' l'Italia si fa vedere in proiezione offensiva, ma il suggerimento in scavetto di Rovella è troppo lungo per Scamacca. Poco dopo a provarci è Bellanova, che però commette fallo in attacco. Di testa fa decisamente meglio sull'altro fronte Gudjohnsen su cross di Gunnarsson, ma anche in questo caso la mira non è delle migliori. Al 24' gli azzurri guadagnano un'interessante punizione dalla trequarti: della battuta se ne incarica Sottil, che si esibisce in un destro sballatissimo. E' invece perfetto il mancino all'incrocio col quale al 35' Pobega capitalizza la respinta corta della difesa di casa sul suggerimento basso di Sottil. L'Italia insiste e al 38' sfiora il raddoppio con Sala: l'inserimento sul cross di Bellanova è buono, ma non l'esecuzione. Gli azzurri volano sugli esterni: al 40' Sottil galoppa a sinistra e per un soffio non innesca il tap-in di Scamacca.

Il secondo tempo

Il copione del match non cambia all'alba della ripresa: la punta del Genoa è tra i più attivi, ma al 51' è attivo anche Gunnarsson sulla sua conclusione potente ma centrale. L'Italia sembra in pieno controllo del match ma al 63' si fa male da sola: sugli sviluppi di una rimessa laterale Carnesecchi esce male, con la palla che carambola sui piedi di Baldursson, il cui tiro arma la deviazione vincente di Willumsson. Gli azzurri accusano il colpo e così Nicolato prova a sparigliare le carte: dentro Pinamonti e Vogliacco per Scamacca e Lovato, infortunato. Le sostituzioni scuotono l'Italia, che all'83' torna pericolosa con Sala: l'esterno si inserisce in area ma non solo non riesce a toccare la sfera ma commette anche fallo. Proprio nel momento di maggiore difficoltà arriva la svolta: è l'88' e Pobega dalla distanza fa partire un gran destro che, complice una deviazione, diventa letale per Gunnarsson e per l'intera Islanda, che cade per la prima volta tra le mura amiche.

Leggi anche - Under-21, Italia-Irlanda 2-0