Wojciech Szczesny (foto Alive)
Wojciech Szczesny (foto Alive)

Torino, 5 settembre 2021 - "Uno dei miei punti di forza è sempre stato quello di estraniarmi dai giudizi, positivi o negativi che siano. Spesso i due estremi sono esagerati e la verità sta da qualche parte nel mezzo. Bisogna sempre guardare avanti e pensare alle partite successive, mi concentro su questo". Parola di Wojciech Szczesny, impegnato nelle qualificazioni Mondiali con la propria Nazionale e protagonista di un avvio certamente non esaltante con la Juventus. I suoi due errori contro l'Udinese sono costati ai piemontesi una vittoria che pareva praticamente certa all'intervallo, alla luce del doppio vantaggio accumulato dalla Vecchia Signora.

Fiducia cercasi

Poi la doppia papera: prima in occasione del rigore trasformato Pereyra, poi sul rimpallo che ha portato al definitivo pareggio di Deulofeu. Contro l'Empoli invece l'estremo difensore ex Roma non è mai stato chiamato davvero in causa dagli avversari, anche se ha dovuto incassare - stavolta senza colpe - il gol di Mancuso. Ora le due gare con la Polonia contro San Marino e Inghilterra per ritrovare fiducia in vista della ripresa del campionato, con la Juve che sarà di scena sabato prossimo in quel di Napoli, e dell'inizio della Champions League a Malmoe. Due esami già delicati per i bianconeri: avere il miglior Szczesny sarà fondamentale per provare a passarli con il massimo dei voti. 

Leggi anche: Questa sera Svizzera-Italia, perché è fondamentale vincere