Maurizio Sarri potrebbe essere il nuovo allenatore della Roma
Maurizio Sarri potrebbe essere il nuovo allenatore della Roma

Roma, 26 aprile 2021- Il destino di Paulo Fonseca potrebbe essere già segnato: in caso di mancato accesso alla prossima Champions League il portoghese non verrà confermato sulla panchina della Roma e al momento l'unica strada possibile per salvare la sua posizione passa dalla vittoria dell'Europa League. Ma i Freidkin stanno già pensando al prossimo allenatore e uno dei nomi più caldi nella capitale resta quello di Maurizio Sarri.

Serie A live: Torino-Napoli e Lazio-Milan

Tiago Pinto sonda il terreno

L'incontro tra le due parti potrebbe avvenire nel giro di qualche giorno: Tiago Pinto ha già fissato una riunione con Fali Ramadani, rappresentante di Sarri, e sarebbe pronto a discutere il contratto dell'allenatore. L'esito del colloquio resterà riservato, per non turbare il lavoro di Fonseca in questa ultima parte di stagione e soprattutto perché l'allenatore toscano è ancora sotto contratto con la Juventus. In ogni caso quello di Sarri è un profilo che piace molto a tutta la dirigenza: l'ex Napoli è l'uomo giusto al quale affidare una squadra con tanta voglia di crescere e migliorare anche sotto il profilo del gioco, dando così vita a un progetto che potrebbe durare diversi anni.

Le richieste di Sarri

L'arrivo del nuovo allenatore potrebbe portare una rivoluzione completa rispetto a quelli che erano i piani ideati da Fonseca. Il modulo preferito di Sarri è il 4-3-3 e la Roma quindi dovrà revisionare la rosa per capire quali saranno i giocatori utili al nuovo progetto. Gli esuberi da piazzare in altre squadre saranno molti, come Florenzi, Olsen e Pastore, mentre bisognerà capire quale sarà il futuro di Dzeko, così da affidare nelle mani del nuovo allenatore una nuova prima punta come Belotti o Vlahovic, profili perfetti per completare la rosa. Manca inoltre anche un regista per il centrocampo a tre e anche un portiere, con tanti nomi presenti sul taccuino di Tiago Pinto.

Leggi anche - Juventus, Champions a rischio: il calendario dei bianconeri