Pioli (Ansa)
Pioli (Ansa)

Roma, 28 febbraio 2021 – Il Milan sbanca l’Olimpico battendo la Roma 2-1 e guadagna tre punti fondamentali nella corsa ad un posto in Champions League, sfoderando anche una prestazione più che convincente e in grado almeno per il momento mette a tacere le critiche piovute in queste due settimane per le ultime prestazioni opache.

Non possono quindi che far piacere la prestazione e la vittoria a mister Stefano Pioli, apparso molto soddisfatto ai microfoni di Sky Sport: "Alla squadra ho detto che due partite sottotono non possono cancellare convinzioni e certezze. Chiaramente la speranza era quella di fare meglio in queste settimane ma non esserci riusciti ci deve dare maggior forza. Nel primo tempo avremmo dovuto essere più concreti, ma comunque questa resta una vittoria importante, che ci fa uscire da un momento complicato e particolare. Vanno fatti i complimenti ai ragazzi".

Elogi anche per Fikayo Tomori, protagonista di una gara eccellente al centro della difesa: "Da subito ha giocato con questa personalità. Io comunque continuo a credere che sia il collettivo a far rendere nel miglior modo. Oggi abbiamo vinto con merito una gara difficile". L’unica nota stonata della serata rossonera sono gli infortuni di Ibrahimovic, Calhanoglu e Rebic: "Tutti e tre hanno accusato problemi muscolari che sembrano semplici affaticamenti. Valuteremo meglio domani. Speriamo non siano cose gravi perché il periodo sarà impegnativo. Ho tanti giocatori ma spero di averne sempre di più a disposizione".

Il rammarico di Fonseca

E’ invece forte il rammarico nelle parole di Paulo Fonseca, soprattutto per l’approccio un po’ soft che hanno avuto i giallorossi che nei primi venti minuti di gara hanno rischiato più volte di capitolare: "Abbiamo sbagliato completamente i primi 20’. Siamo entrati in campo con un atteggiamento troppo passivo. Contro una squadra come il Milan diventa poi difficile recuperare. Dopo siamo riusciti a giocare il nostro calcio e a creare le nostre occasioni ma sono mancati i primi 20’". Sugli episodi arbitrali il tecnico portoghese ha preferito glissare: "Non voglio parlare dell’arbitro e degli episodi. In questi casi è facile trovare scuse. Ci sono che non mi sono piaciute ma non voglio trovare scuse". La chiosa è sulle difficoltà incontrate con le big: "Contro le big ci manca sempre qualcosa sul piano dei dettagli e della difesa".

Leggi anche - Napoli-Benevento 2-0, Mertens e Politano decidono il derby campano

MATTEO AIROLDI