Napoli in vatnaggio sul Beneveto, gol di Mertens (Ansa)
Napoli in vatnaggio sul Beneveto, gol di Mertens (Ansa)

Napoli, 28 febbraio 2021 - L'aria di derby fa bene al Napoli, che batte 2-0 il Benevento e dà un calcio ai venti di crisi che soffiavano forte negli ultimi giorni dopo la pesante sconfitta contro l'Atalanta e l'eliminazione dall'Europa League per mano del Granada. A decidere la contesa sono state le reti, una per tempo, di Mertens e Politano, che proiettano gli azzurri al sesto posto a quota 43 punti, mentre per i sanniti, reduci da una lunga striscia senza vittorie, tornano i brutti pensieri. L'unico che invece tormenta Gattuso è il doppio giallo ricevuto da Koulibaly, che salterà la trasferta in casa del Sassuolo, aggravando così l'emergenza tuttora in corso.

Napoli-Benevento 2-0, rivivi la diretta

Classifica - Calendario e risultati

Il primo tempo

Il Napoli parte forte e ottiene presto il controllo del campo: occasioni vere tuttavia non arrivano fino al 15', quando Fabian Ruiz raccoglie un rinvio della difesa del Benevento e col mancino sfiora il primo palo. Al 23' ci prova Mertens con un colpo dei suoi da posizione impossibile: Montipò è troppo lontano dalla porta ma per sua fortuna la conclusione si spegne di un soffio fuori. Al 29' i sanniti rischiano di farsi male da soli con un quasi autogol per sventare una bella trama tra Ghoulam e Zielinski. Il predominio dei partenopei è troppo netto per non condurre al vantaggio, che si materializza al 34', quando Mertens con una zampata di prima capitalizza al meglio il cross basso di Ghoulam. Dopo 3 giri di lancette il Napoli trova addirittura il raddoppio con Zielinski, ma la bandierina del guardalinee si alza perché Insigne, in posizione irregolare, ostruiva la visuale a Montipò. Le prime tracce di Benevento in zona offensiva arrivano al 38', quando sugli sviluppi di un contropiede Lapadula, da posizione leggermente defilata, impegna Meret, che si rifugia in angolo.

Il secondo tempo

I ritmi della ripresa sono decisamente più bassi, al punto che il primo guizzo arriva solo al 63', quando Insigne sfiora il palo con il suo classico destro a giro. Sono le prove generali del raddoppio, che arriva al 66' grazie a un rimpallo fortunato con cui Politano, con l'involontario aiuto di Letizia, scaraventa in rete un precedente cross proprio del capitano azzurro. Quest'ultimo va a caccia della gioia personale al 71' con un destro a incrociare che non ha fortuna: il destino è analogo al 75' per Koulibaly, la cui incornata da calcio d'angolo sfiora il palo alla destra di Montipò. All'81' il senegalese è protagonista in negativo: per lui arriva il secondo cartellino giallo che gli farà saltare la delicata trasferta in casa del Sassuolo. Si tratta dell'unica cattiva notizia che raccoglie Gattuso in un pomeriggio che gli restituisce tracce del suo miglior Napoli, chiamato adesso a trovare la tanto agognata continuità in campionato.

Tabellino

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Rrahamani, Ghoulam; Ruiz, Bakayoko; Politano (40' st Hysaj), Zielinski (37' st Maksimovic), Insigne; Mertens (37' st Elmas). In panchina: Ospina, Contini, Mario Rui, Zedadka, Demme, Lobotka, Labriola, Cioffi, D'Agostino. Allenatore: Gattuso.

Benevento (4-2-3-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Barba, Foulon (20' st Letizia); Viola, Schiattarella (1' st Insigne); Hetemaj, Caprari (19' st Sau), Ionita (37' st Moncini); Lapadula (25' st Gaich). In panchina: Manfredini, Lucatelli, Caldirola, Pastina, Tello, Dabo, Di Serio. Allenatore: D'Angelo (Filippo Inzaghi squalificato). 

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo. 

Reti: 34' pt Mertens; 21' st Politano. Note: serata serena; terreno di gioco in buone condizioni. Espulso: Koulibaly, al 36' st, per doppia ammonizione. Ammoniti: Di Lorenzo, Barba, Hetemaj. Angoli: 8-2 per il Napoli. Recupero: 0'; 4'. 

Leggi anche - Serie A, Inter-Genoa 3-0