10 feb 2022

Napoli, Politano: "Sogno scudetto sempre più vivo"

L'esterno mette nel mirino l'Inter: "Una vittoria sabato ci darebbe ancora più entusiasmo"

giusy anna maria d'alessio
Sport
Matteo Politano (Ansa)
Matteo Politano (Ansa)

Napoli, 10 febbraio 2022 - La posta in palio nella gara di sabato con l'Inter è molto alta: lo è ancora di più per Matteo Politano, che oggi pomeriggio è stato il protagonista della consueta chiacchierata settimanale di un giocatore del Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

Il mese della verità

 L'esterno ha innanzitutto fatto un passo indietro, tornando alla sfida con il Venezia nella quale ha servito l'assist per la rete con cui Victor Osimhen ha sbloccato il match e ha rotto il lungo digiuno personale. "Sapevamo che la partita contro una squadra molto chiusa e pericolosa nelle ripartenze sarebbe stata difficile. Il mister ci aveva detto di imbastire il match in modo un po' diverso, cercando con più insistenza l'attaccante con palle lunghe". E' proprio con questa ricetta creata da Luciano Spalletti che gli azzurri hanno sbancato il Penzo prima di potersi concentrare sulla sfida di sabato che dirà tanto sulle chance di scudetto di entrambe le rivali. "Nello spogliatoio abbiamo sempre creduto al titolo, anche dopo le sconfitte contro Empoli e Spezia, delle quali parliamo ancora per non commettere gli stessi errori. Nonostante quei passi falsi la classifica dice che siamo la seconda forza del campionato: questa posizione ci dà un entusiasmo che in caso di vittoria sull'Inter aumenterebbe a dismisura fornendoci tanta energia per affrontare il durissimo mese che ci aspetta". Un aspetto sul quale Politano torna per stilare una sorta di tabella di marcia. "Al termine di febbraio mancheranno esattamente 10 partite alla fine del campionato: a quel punto sapremo come saremo messi in ottica scudetto, ma prima di allora dovremo dare il massimo per vincere i vari scontri diretti che ci aspettano".

Rivelazione Lobotka

Per lo sprint di febbraio il Napoli potrà contare sul rientro di Kalidou Koulibaly. "Siamo contenti sia tornato e che lo abbia fatto da vincitore, ma a onor del vero la difesa è stata all'altezza della situazione anche in sua assenza". Oltre ai sostituti del senegalese intanto all'ombra del Vesuvio dopo un inizio stentato ha fatto vedere le sue qualità anche Stanislav Lobotka. "Mi è sempre piaciuto come giocatore - ammette Politano - ma purtroppo l'anno scorso non è riuscito a mettersi in mostra e a trovare molto spazio. Adesso le cose sono cambiate ed è diventato ormai un elemento inamovibile nello scacchiere di Spalletti". L'ultima battuta è proprio per il tecnico toscano. "E' un grande lavoratore e si sta dimostrando molto bravo in particolare a sfruttare la profondità della rosa".

Napoli, Lozano è rientrato in città: da valutare i tempi di recupero
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?