Alex Meret (Ansa)
Alex Meret (Ansa)

Napoli, 11 marzo 2021 - Ospina o Meret? Questo è il dilemma non di Amleto ma di Gennaro Gattuso, che per i pali del suo Napoli sembra intenzionato a proseguire in un'alternanza che non incontra il favore di Aurelio De Laurentiis.

Una staffetta che scontenta tutti

Il patron, si sa, sostiene il partito del friulano, che quasi 3 anni fa è costato al club un investimento bello corposo (25 milioni nelle casse dell'Udinese). Ripagato? Solo in parte ma principalmente a causa della non continuità trovata dal classe '97, frenato prima da numerosi guai fisici e poi dall'ombra incombente del colombiano e del suo bagaglio fatto di esperienza e piedi fin troppo nobili per essere quelli di un estremo difensore. Un bagaglio che ha subito sedotto il Gattuso della prima ora, al punto che da dicembre 2019 il portiere titolare azzurro è di fatto diventato David Ospina, con il 'piccolo' Alex Meret costretto ad accontentarsi delle briciole. La fortuna del friulano è che la mannaia dei guai fisici si è abbattuta anche sul compagno-rivale, per la verità protagonista anche di qualche incertezza di troppo con i piedi: praticamente quella che in teoria doveva essere la sua arma migliore. Assodato (se mai ce ne fosse stato bisogno) il concetto elementare che il portiere perfetto non esiste, in casa Napoli è nata quindi un'alternanza che dura tuttora e che comincia a muovere parecchi malumori, perché di esempi in tal senso, nel calcio di alto livello, ce ne sono pochi e tutti destinati a risolversi prima o poi in una scelta.

Meret, si allontanano gli Europei?

Scelta che invece Gattuso ha sempre rimandato, al punto che a soffrirne alla fine è stato ogni elemento in causa: i due giocatori, sempre più insofferenti della situazione, la società, nella persona di De Laurentiis, che vede un proprio investimento perdere sempre di più valore e l'intera difesa, che fatica a trovare un leader unico proprio nella stagione in cui, per mille motivi, i capi carismatici del reparto sono venuti spesso a mancare. Difficile che la matassa possa dipanarsi da qui al termine della stagione: una notizia che, tra i due, scontenta maggiormente Meret, che osserva il treno buono per gli Europei allontanarsi sempre di più. E poi? Molto dipenderà da chi siederà sulla panchina azzurra: dovesse essere ancora Gattuso, non è detto che il friulano abbia voglia di continuare la sua avventura a singhiozzo all'ombra del Vesuvio. Ad oggi tra i due il più vicino a partire pare il tecnico calabrese: una notizia che, sotto l'aspetto dei pali del Maradona, sembra proprio fare tutti felici.

Leggi anche - Serie A, le probabili formazioni della giornata 27