Calhanoglu (ANSA)
Calhanoglu (ANSA)

Milano, 24 ottobre 2020 – A meno di quarantotto ore dalla sfida di San Siro contro la Roma in casa Milan è corsa contro il tempo per capire se Hakan Calhanoglu riuscirà a recuperare dall’infortunio alla caviglia rimediato pochi giorni fa. A quanto sembra le riserve verranno sciolte domani dopo la rifinitura, ma appare quantomeno improbabile che il fantasista turco possa partire dal 1’ contro i capitolini. Le alternative a disposizione di mister Stefano Pioli – che dovrà comunque fare i conti anche con l’assenza di Ante Rebic, ancora alle prese con il problema al gomito rimediato prima della sosta – non mancano di certo: qualora Calhanoglu non dovesse farcela, infatti, Brahim Diaz sarebbe pronto a prendersi ancora una volta il posto da titolare sulla trequarti dopo l’ottima prestazione contro il Celtic, impreziosita dal gol. Al fianco dell’ex Real Madrid e a supporto di Ibrahimovic dovrebbero poi esserci anche Rafael Leao e Alexis Saelemaekers.

Il saluto senza rancore di Lucas Paquetà

Nel frattempo dalla Francia rimbalzano le dichiarazioni di Lucas Paquetà all’Equipe, che, a settimane di distanza dal suo addio ai rossoneri dopo poco più di un anno in cui non è riuscito a lasciare il segno nonostante le buone premesse, ha salutato il suo ormai ex club senza rancori: “Non provo alcun desiderio di vendetta nei confronti del Milan – ha detto il brasiliano – ed anzi ringrazio per questo passaggio della mia carriera anche se è stato doloroso. Fa parte della vita. Ora voglio ritrovare il mio calcio felice, quello che giocavo in Brasile”.

Leggi anche - Giro d'Italia 2020, tappa 20. Testa a testa tra Geoghegan Hart e Hindley. La classifica