Romelu Lukaku
Romelu Lukaku

Milano, 24 giugno 2021 – L’amore e la passione degli italiani hanno conquistato Romelu Lukaku. Il gigante buono belga, da due anni in Italia, ha conquistato con l'Inter un secondo posto in campionato l’anno scorso, raggiunto una finale di Europa League e vinto quest’anno lo Scudetto. E’ un idolo dei nerazzurri, l’uomo di punta della squadra. Ma è proprio la finale persa con il Siviglia che ha stretto ancora di più il rapporto tra Lukaku e il tifo italiano, nella fattispecie quello nerazzurro. Da lì è scattata la scintilla per lo Scudetto successivo. Lo ha raccontato proprio Romelu in una intervista a L’Uomo Vogue che uscirà prossimamente.

Amore diverso


Un affetto particolare, sincero, diverso, quello che unisce gli italiani che seguono il calcio. Occhi gentili e sinceri, quelli che conquistano il cuore delle persone. Parola di Big Rom: “In Italia c’è un amore appassionato, diverso – ha affermato il belga – Si vede che viene dal cuore e la gente te lo dimostra con occhi sinceri. Ogni volta che incontro persone io cerco sempre di rispondere con affetto e dedicare tempo. Voglio essere gentile con i tifosi”. Si diceva della finale di Europa League persa dall'Inter, fiamma per lo Scudetto targato Conte: “Dopo l’Europa League ho visto la risposta emotiva che cercavo, la gente mi voleva veramente bene e ho ricevuto più affetto che negatività nonostante la sconfitta”. Quell’amore, quel fuoco, ha poi generato la volontà ferrea di donare una gioia al tifo nerazzurro: “Mi è scattato qualcosa dentro, avrei fatto qualunque cosa per far vincere l’Inter assieme ai miei compagni. Cerco di essere un bravo compagno di squadra”. Missione compiuta dunque, per una gioia che mancava da dieci anni. Esplosione di gioia: “Siamo riusciti a riportare lo Scudetto a Milano e tutto il gruppo ha ricevuto un amore ancora più grande perché abbiamo regalato una gioia dopo tanti anni. L’affetto che stiamo ricevendo è molto diverso”. Per Romelu ora c’è l’Europeo, sulla sua strada il Portogallo di Ronaldo agli ottavi e, se passasse il turno, potrebbe esserci proprio l’Italia ai quarti.

 

Leggi anche - Italia-Austria, le probabili formazioni