Andreas Pereira dichiara di voler rimanere alla Lazio
Andreas Pereira dichiara di voler rimanere alla Lazio

Roma, 6 giugno 2021 - Andreas Pereira non è stato tra i perni della Lazio di quest'anno e per questo cerca riscatto. Il centrocampista brasiliano ha vissuto un anno più in panchina che in campo, ma sa di avere le qualità per recitare un ruolo nella nostra Serie A. In un'intervista ha dichiarato di voler rimanere in biancoceleste, anche se non dipenderà da lui, visto che Lazio e Manchester United (la squadra proprietaria del cartellino) devono ancora decidere se rinnovare il prestito o eventualmente come cederlo a titolo definitivo alla Lazio.

Futuro ancora alla Lazio

Punto centrale del discorso proprio la volontà di rimanere alla Lazio. "Mi piacerebbe rimanere e giocare ancora alla Lazio, ma questo dipende dal colloquio con lo United e da cosa il Manchester vorrà fare. Ho un contratto con il club, per me è come una seconda casa. Sono lì da quando avevo 16 anni, parlo sempre con le persone che lavorano nella società" le sue parole, che però non escludono altre destinazioni. "Premier, Serie A e Liga? Sono dei super campionati. Quello inglese è molto fisico, fatto di contatti fisici che non mi aiutano molto, mentre quello spagnolo è più il mio stile di gioco. Più tecnico, bisogna pensare velocemente" ha aggiunto. 

Roma e Mourinho 

Tra i ricordi del Manchester United anche il rapporto con José Mourinho, che in caso di permanenza alla Lazio ritroverebbe da avversario nel Derby. "Quando sono arrivato allo United, molti giocatori mi avevano detto che con lui era difficile. Che chiedeva tanto ai calciatori. Mi sono detto fosse normale per un allenatore di quel livello. Quando abbiamo iniziato la preparazione, tutto è andato bene, ho avuto una buona relazione con lui perché parlavamo in portoghese. I giocatori però erano esausti, sentivamo che lui stesse chiedendo loro troppo. Le cose non sono più andate, e lui è andato via" ha detto a riguardo.

Leggi anche - Vavro torna alla Lazio