Max Allegri
Max Allegri

Torino, 27 novembre 2021 - Sei sconfitte nelle prime 19 uscite stagionali. Un ruolino di marcia da incubo per la Juventus, che non partiva così male dalla stagione 1987/88. "Stasera la squadra ha inscenato una prestazione sulla falsariga di quelle mostrate contro Fiorentina e Lazio, e se vogliamo anche di quella contro il Milan. Non riusciamo a capitalizzare sufficientemente le occasioni che creiamo - dice un rammaricato Massimiliano Allegri al termine della partita persa con l'Atalanta - Gli avversari hanno tirato solo una volta con Zapata, peraltro su un errore nostro. Il momento non ci aiuta, dato che c'è ansia e fretta quando non segni. L'unica cosa che ci rimane da fare è quella di lavorare". 

"Non abbiamo la rosa più forte"

Il tecnico bianconero si lascia poi andare a una riflessione più profonda sulla forza e sulle potenzialità della sua Juventus. "Credo che questa sia un'ottima squadra. Ci sono dei periodi in cui le cose vanno meno bene e non riusciamo a fare gol. Quando viene detto che la rosa della Juventus è la più forte e quella che deve vincere il campionato, penso che vengano commessi degli errori di valutazione. Possiamo lottare per le prime quattro posizioni, purtroppo in questo momento siamo indietro, ma dobbiamo continuare a lavorare. Nei ragazzi ho grande fiducia - sottolinea Allegri - e dopo una prestazione come quella contro l'Atalanta bisogna fare loro i complimenti. Occorre essere realisti: se dopo 14 partite siamo in questa posizione di classifica, evidentemente la valiamo, almeno per il momento". 

Leggi anche: Roma-Torino, probabili formazioni e dove vederla