Giacomo Raspadori (Ansa)
Giacomo Raspadori (Ansa)

Maribor (Slovenia), 30 marzo 2021 - Missione centrata per l'Italia, che si qualifica ai quarti di finale degli Europei Under 21. Quarti che andranno in scena il 31 maggio a Lubiana e che vedrà gli Azzurrini impegnati contro la capolista del gruppo D (molto probabilmente il Portogallo). Secondo posto nel girone B per la Nazionale allenata da Paolo Nicolato, che festeggia il passaggio del turno grazie al 4-0 rifilato alla Slovenia. Tutto facile per i nostri, che chiudono la pratica già nel primo tempo con le reti di Maggiore, Raspadori e Cutrone (su rigore). Il capitano fallisce anche un penalty al 44', per poi timbrare il poker e la doppietta personale a inizio ripresa. Uniche note stonate l'espulsione di Marchizza e l'ammonizione del diffidato Frabotta, che salteranno i quarti di finale.

Qualificazioni Mondiali 2022: Lituania-Italia

Uno-due azzurro

Nicolato ritrova Gabbia in difesa, che affianca Lovato e Ranieri. Sulle fasce trovano spazio Bellanova e Sala, mentre in mezzo al campo c'è Pobega assieme a Maggiore e Frattesi. In avanti tocca a Raspadori far coppia a Cutrone. La Slovenia, invece che attendere gli avversari, prova a prendere in mano il pallino della gara, ma alla prima occasione buona viene punita dall'Italia. Al 9' la difesa di casa si salva sul cross di Maggiore per Cutrone, poi l'azione va avanti e Pobega chiama in causa Vekic, che respinge, e sulla ribattuta è preciso Maggiore a piazzare il pallone che vale l'1-0. La selezione allenata dal ct Alimovic accusa il colpo e 10 minuti più tardi gli Azzurrini raddoppiano con Raspadori, smarcato dal perfetto lancio di Ranieri e bravo a non dare scampo a Vekic. 

11 metri agrodolci

L'Italia adesso gioca sul velluto e al 25' Frattesi guadagna il rigore che viene trasformato con freddezza e precisione da Cutrone. Sotto di tre reti, la Slovenia si rende finalmente pericolosa con l'azione personale di Matko, che si libera di Gabbia, ma sulla sua strada trova uno stratosferico Carnesecchi. Prima dell'intervallo Cutrone e compagni avrebbero la chance di calare il poker: l'ex attaccante del Milan subisce fallo in area da Vekic, il direttore di gara assegna il penalty, ma stavolta l'estremo difensore sloveno ipnotizza il numero 10 italiano. 

Poker Cutrone

Poco male per gli Azzurrini e per lo stesso Cutrone, che in apertura di ripresa si riscatta con un destro al fulmicotone che toglie le ragnatele dal sette. Con il risultato ormai in ghiaccio, l'Italia abbassa leggermente l'attenzione in difesa e la Slovenia ne approfitta per farsi vedere dalle parti di Carnesecchi con Zaletel e Gnezda Cerin, le cui conclusioni però non inquadrano la porta. Ben più insidiosi i tentativi di Cutrone, che fra il 72' e il 76' sfiora il pokerissimo. All'82' Nicolato perde Marchizza, che viene espulso (somma di cartellini gialli), proprio come accaduto contro la Repubblica Ceca. Nonostante l'inferiorità numerica sono gli Azzurrini ad andare nuovamente a un passo dal gol con Colombo e Frattesi, che impegnano Vekic. Sono le ultime emozioni di una partita a senso unico e che consente all'Italia di proseguire nella sua avventura in questi Europei Under 21. 

Italia-Slovenia 4-0: il tabellino

Italia (3-5-2): Carnesecchi; Lovato (54' Zappa), Gabbia, Ranieri; Bellanova (54' Marchizza), Frattesi, Pobega (73' Pirola), Maggiore, Sala; Cutrone (86' Frabotta), Raspadori (73' Colombo). All. Nicolato.

Slovenia (4-4-2): Vekic; Zinic, Brekalo (46' Svetlin), Karic, Kolmanic (81' Ploj); Matko, Zaletel, Cerin, Prelek (46' Petrovic); Elsnik (46' Stojinovic), Medved (70' Celar). All. Acimovic.

Reti: 10' Maggiore, 19' Raspadori, 25' rig. e 50' Cutrone. 

Note: ammoniti Karic, Brekalo, Matko, Marchizza, Cerin; espulso Marchizza. 

Leggi anche: Dove vedere Lituania-Italia