26 feb 2022

Inter, è crisi di gol: febbraio nero per gli attaccanti nerazzurri

Un solo gol nelle ultime quattro partite: Lautaro a secco da otto e Dzeko si è fermato. Inzaghi chiamato a risolvere il problema

manuel minguzzi
Sport
Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

Milano, 26 febbraio 2022 - Nessuno vuole vincere lo Scudetto, almeno in questa fase. Milan e Inter, in attesa del Napoli, fanno a gara a perdere punti e soprattutto i nerazzurri sono piombati in una difficoltà offensiva che non accadeva dal 2019. Solo un gol segnato nelle ultime quattro partite e in campionato sono arrivate due sconfitte e due pari.

Lautaro a secco, Inter a oltre 50 tiri

Attacco Inter in tremenda difficoltà. Lautaro Martinez è a secco da otto partite, in campionato non segna da dicembre, ma in generale è tutta la squadra a non trovare la via della porta. Sono oltre 50 tiri tentati ma un solo gol segnato nelle ultime quattro partite. Le ultime tre, tra l'altro, considerando campionato e coppa, si sono chiuse con lo zero nella casella dei gol segnati. E' una striscia negativa che all'Inter non accadeva da ben tre anni. L'ultimo gol segnato risale al match del Maradona di Napoli, dove Dzeko salvò il risultato pareggiando il vantaggio azzurro e arginando la sconfitta di qualche giorno prima nel derby, altra partita dal grande rammarico considerando la mole di gioco creata, soprattutto nel primo tempo, ma terminata con la rimonta rossonera in pochi minuti a metà secondo tempo. Insomma, l'Inter già da tempo creava molto senza concretizzare, solo che nelle ultime settimana si è palesata anche una crisi di risultati che ha portato alla rimonta di Milan e Napoli e che sta aprendo una porta pure alla Juventus. L'attenuante, vista la difficoltà degli attuali attaccanti a concretizzare, i bomber sono Lautaro e Dzeko, mentre Sanchez è più rifinitore, è stata l'impossibilità di utilizzo di Correa, fermato da un infortunio muscolare, e di Caicedo, appena arrivato e bisognoso di tempo per trovare la migliore condizione. Inceppatisi i titolari, non c'è stato modo di fare affidamento sulle riserve, problema che dovrebbe essere arginato nel breve periodo con il ritorno del Tucu già verosimilmente dal match interno con la Salernitana. Prima, però, c'il derby di andata di Coppa Italia e lì, un attacco diventato improvvisamente anemico, avrà necessità di tornare a essere incisivo.

Leggi anche - Serie A, oggi Empoli-Juve: orari tv


 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?