Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
25 feb 2022

L'Inter non sa più vincere: il Genoa ferma i nerazzurri 0-0

Ancora una volta l'Inter non sfrutta il pareggio del Milan, nerazzurri fermati a Marassi contro il Genoa: 0-0. Traversa di D'Ambrosio

25 feb 2022
manuel minguzzi
Sport
Genoa�s Manolo Portanova (L) and Inter�s Denzel Dumfries (R) in action during the Italian Serie A match, Genoa CFC vs Fc Inter at Luigi Ferraris stadium in Genoa, Italy, 25 february 2022.
ANSA/LUCA ZENNARO
Denzel Dumfries ha il pregio di crederci fino in fondo
Genoa�s Manolo Portanova (L) and Inter�s Denzel Dumfries (R) in action during the Italian Serie A match, Genoa CFC vs Fc Inter at Luigi Ferraris stadium in Genoa, Italy, 25 february 2022.
ANSA/LUCA ZENNARO
Denzel Dumfries ha il pregio di crederci fino in fondo

Genova, 25 febbraio 2022 - Le prime non vincono più. Milan e Inter ancora fermate, stavolta da Udinese e Genoa: è ciapa no Scudetto. I nerazzurri non sfruttano il mezzo passo falso della squadra di Pioli e rimangono a secco di gol anche con il Genoa, abile a fermare i campioni d'Italia sullo zero a zero. Traversa di D'Ambrosio nel secondo tempo.

Gudmundsson spreca


Inzaghi lancia Sanchez in coppia con Dzeko, Blessin con Melegoni a supporto di Yeboah e Gudmundsson. Avvio sprint dei padroni di casa che provano a pressare e alzare il baricentro, ma la prima occasione è Inter con Calhanoglu che non trova la porta da distanza ravvicinata. L'Inter comunque non è pimpante, infatti il Genoa ha una chance con Gudmundsson che non sfrutta il tu per tu con Handanovic in maniera abbastanza inconcepibile. Prosegue il buon momento dei genoani che insidiano Handanovic con un destro velenoso di Melegoni che il portiere devia in controtempo. Alla distanza sale l'Inter, che trova nuova geometrie a sinistra, ma Dzeko non ha lucidità per sfruttare al meglio un paio di situazioni potenzialmente interessanti. Nel finale una buona occasione, sempre da sinistra con Dzeko che aziona Calhanoglu al limite, murato, poi sulla ribattuta il piatto destro di Perisic è alle stelle.

 

Traversa D'Ambrosio

 


Secondo tempo con maggior ritmo, le squadre si affrontano a viso aperto e ci sono capovolgimenti di fronte. Il Genoa prova una fase di pressing alto che in effetti imbarazza l'Inter, la quale ha comunque qualità in ripartenza al 59' quando Calhanoglu viene murato sul più bello da due passi. Partita vibrante, più bella, più intensa. A metà tempo la grande occasione interista quando da corner di Calhanoglu svetta D'Ambrosio ma la traversa nega l'urlo del gol. Poco dopo c'è una sponda aerea di Dzeko per Sanchez ma Sirigu arriva prima. Inzaghi va con le punte, dentro prima Lautaro e poi Caicedo per tentare gli ultimi assalti, ma sono mischie vane e confuse in cui Sirigu non è chiamato a grandi interventi. L'unica chance degna di nota è una ripartenza veloce che porta Lautaro a battere a rete di sinistro ma c'è Ostigaard a fermare tutto. L'Inter non sa più vincere, ed è un problema per Inzaghi che fatica a ritrovare la vena prolifica dell'andata e il cuscinetto della gara col Bologna rischia di non bastare più. Sembra che lo Scudetto non lo voglia vincere nessuno.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?