La Fiorentina ha vinto a Bergamo (Ansa)
La Fiorentina ha vinto a Bergamo (Ansa)

Bergamo, 11 settembre 2021 - L'Atalanta ospita la Fiorentina a Bergamo per l'anticipo del sabato sera valido per la terza giornata di Serie A. La Dea impone il proprio gioco nei primi minuti, si vede annullato un gol per fuorigioco e passa in svantaggio al 33' sul rigore di Vlahovic. La punta toscana punisce ancora dagli undici metri al 49', firmando la sua doppietta personale. Anche i viola concedono un penalty nella ripresa ai bergamaschi, i quali lo concretizzano con Zapata al 65'. I ragazzi di Gasperini escono sconfitti per 2-1 dal Gewiss Stadium rimangono fermi a 4 punti in classifica, mentre la Fiorentina di Italiano sale a quota 6.

Atalanta-Fiorentina 1-2, rivivi il live

Primo tempo

Gasperini schiera il suo classico 3-4-2-1 con Pessina e Miranchuk a supporto di Zapata. Italiano va col 4-3-3 e il tridente composto da Sottil, Vlahovic e Callejon. L'Atalanta inizia col piede giusto, si porta in vantaggio al 10' ma l'arbitro annulla il gol con l'ausilio del Var per via di una leggera deviazione aerea di Zapata che si trovava in posizione di fuorigioco. La Dea controlla il gioco, non riesce a sfondare e alla fine della fiera passa anche in svantaggio. L'arbitro Marini viene richiamato al Var per un presunto tocco di mano di Maehle in area di rigore: il direttore di gara conferma la segnalazione dei suoi assistenti e assegna il penalty alla Fiorentina tra le aspre polemiche bergamasche. Vlahovic si presenta dagli undici metri e firma la rete dello 0-1 al minuto 33. I padroni di casa accusano il colpo e iniziano a perdere un po' di lucidità, mentre i toscani gestiscono fino al termine della prima frazione di gioco.

Calendario Serie A - Classifica Serie A

Secondo tempo

La Fiorentina riparte con la mentalità giusta e Djimsiti l'aiuta. Al minuto 49 Bonaventura penetra in area, rientra sul mancino e viene sgambettato dal difensore atalantino. L'arbitro non ha dubbi e indica il dischetto del rigore, sul quale si presenta nuovamente Vlahovic per mettere a segno la propria doppietta personale. Malinovskyi al 54' imbuca per Zapata, che si ritrova davanti a Terracciano e tenta di batterlo aprendo il piattone destro; il portiere viola alza la saracinesca e fa un miracolo salvando in corner. L'Atalanta rientra in partita grazie ad un altro calcio di rigore. Callejon commette fallo su Gosens, Zapata va sicuro dal dischetto e concretizza la rete che accorcia le distanze al 65'. La Dea carica a testa bassa negli ultimi venti minuti di gara. Zapata testa ancora i riflessi del portiere, il quale nega il gol del pari anche a Palomino all'82'.

Tabellino

Atalanta (3-4-1-2): Sportiello; Toloi, Palomino, Djimsiti; Zappacosta, Pasalic (37' st Ilicic), Freuler, Maehle (5' st Gosens); Pessina (40' st Koopmeiners); Miranchuk (5' st Malinovskyi), Zapata (37' st Piccoli). (1 Musso, 31 Rossi, 28 Demiral, 66 Lovato, 13 Pezzella). All.: Gasperini. 

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Venuti (25' pt Odriozola), Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira (21' st Amrabat), Duncan (31' st Castrovilli); Callejon (31' st Nico Gonzalez), Vlahovic, Sottil (21' st Saponara) (69 Dragowski, 2 Martinez Quarta, 55 Nastasic, 17 Terzic, 14 Maleh, 24 Benassi, 91 Kokorin). All.: Italiano. 

Arbitro: Marini di Roma. 

Reti: nel pt 33' Vlahovic (rig.); nel st 4' Vlahovic (rig.), 20' Zapata (rig.). Angoli: 10a 3 per l'Atalanta. Recupero: 4' e 4' . Ammoniti: Maehle per comportamento non regolamentare, Bonaventura, Igor, Milenkovic, Gosens, Odriozola, Freuler e Palomino per gioco falloso. Spettatori: 9.162.

Leggi anche:

Cristiano Ronaldo torna e incanta l'Old Trafford: doppietta

Lukaku risponde con due gol all'Aston Villa

Napoli-Juve 2-1, tensione tra Allegri e Spalletti