Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 giu 2022

Benedetta Pilato da urlo, oro ai Mondiali di nuoto 2022

A 17 anni sul gradino più alto del podio nei 100 rana. Le lacrime all'arrivo: "Un sogno che si avvera"

20 giu 2022
Italy's Benedetta Pilato reacts after taking gold in the women's 100m breaststroke finals during the Budapest 2022 World Aquatics Championships at Duna Arena in Budapest on June 20, 2022. (Photo by Attila KISBENEDEK / AFP)
Benedetta Pilato oro nei 100 rana ai Mondiali di nuoto 2022
Italy's Benedetta Pilato reacts after taking gold in the women's 100m breaststroke finals during the Budapest 2022 World Aquatics Championships at Duna Arena in Budapest on June 20, 2022. (Photo by Attila KISBENEDEK / AFP)
Benedetta Pilato oro nei 100 rana ai Mondiali di nuoto 2022

Budapest, 20 giugno 2022 - Benedetta Pilato è oro ai Mondiali di nuoto 2022, specialità 100 rana. La 17enne di Taranto ha chiuso in 1'05"93 davanti alla tedesca Anna Elendt e alla lituana Ruta Meilutyte. In semifinale aveva ottenuto il secondo tempo complessivo (1:05.88) alle spalle di Elendt. 

Benedetta è scoppiata a piangere all'arrivo in vasca. "Sono super felice, questo era il mio sogno e stasera è diventato realtà", le sue prime parole in zona mista. Budapest porta fortuna alla giovane pugliese che proprio qui l'anno scorso firmò il record mondiale nei 50 rana, diventando a 16 anni la più giovane primatista mondiale della storia italiana col tempo di 29"30.

Allenata da Vito D'Onghia per il CC Aniene, e dal 16 giugno entrata nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro,  era già diventata l'atleta italiana più giovane a conquistare una medaglia iridata con l'argento nei 50 rana a Gwangju 2019 a 14 anni, quando aveva anche superato il record di precocità sul podio. 

Il record di Ceccon

Una giornata da incorniciare per l'Italia che oggi festeggia anche il 21enne Thomas Ceccon, medaglia iridata e record del mondo nei 100 dorso, e i successi nel nuoto sincronizzato. Il lunedì trionfale era iniziato con il primo posto di Minisini-Ruggiero nel duo misto tecnico e il bronzo del team combinato. Delusione invece per Simona Quadarella in vasca, solo quinta nei 1500 stile libero. Ieri l'oro di Martinenghi nei 100 rana maschili. 

Ora l'attesa è per Gregorio Paltrineri, considerato l'erede di Federica Pellegrini. L'olimpionico tricampione del mondo e tricampione europeo, promette battaglia in vasca nei suoi 1500 dove ha mancato il podio olimpico a Tokyo, negli 800 sl dove è argento olimpico e nella 10 km sul Lupa Lake dove segnò il tris europeo lo scorso. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?