Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 giu 2022
20 giu 2022

Thomas Ceccon nuovo padrone del dorso: oro e record del mondo

Mondiali di nuoto a Budapest: l'italiano è il più forte nei 100, polverizzato il precedente primato. "Oggi non avevo rivali, il record è tanta roba"

20 giu 2022
Italy's Thomas Ceccon celebrates taking gold and setting a new world record in the men's 100m backstroke finals during the Budapest 2022 World Aquatics Championships at Duna Arena in Budapest on June 20, 2022. (Photo by Attila KISBENEDEK / AFP)
Thomas Ceccon (Ansa)
Italy's Thomas Ceccon celebrates taking gold and setting a new world record in the men's 100m backstroke finals during the Budapest 2022 World Aquatics Championships at Duna Arena in Budapest on June 20, 2022. (Photo by Attila KISBENEDEK / AFP)
Thomas Ceccon (Ansa)

Budapest, 20 giugno 2022 - Mondiali di nuoto a Budapest: oro e record del mondo per Thomas Ceccon nei 100 dorso, che ha fermato il cronometro in 51"60 in una gara pazzesca. Polverizzato e strappato allo statunitense Ryan Murphy, il 51"85 nuotato ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Proprio Murphy ha chiuso alle spalle di Ceccon, conquistando l'argento con 51"97. Bronzo a un altro statunitense, Hunter Armstrong, 51"98.

Approfondisci:

Benedetta Pilato da urlo, oro ai Mondiali di nuoto 2022

Approfondisci:

Mondiali nuoto 2022, medagliere: Ceccon e Pilato da sballo. Quadarella, che delusione

"Devo ancora realizzare, 51"60 è molto molto forte. Bastava fare la gara di ieri tenendo gli ultimi 15 metri e l'ho fatto, ma non mi aspettavo questo tempo". Quasi senza parole ,l'azzurro, 21 anni, di Thiene. "Il record del mondo in Italia l'hanno fatto 4 atleti forse, è un 'achievement' che per la carriera di uno sportivo è tanta roba - afferma l'azzurro ai microfoni della Rai -. Oggi gli americani sono andati molto forte, Murphy si nasconde sempre e poi in finale tira fuori quello che non ha. L'altro ragazzo (Armstrong ndr) ha la mia età e sapevo che poteva andare forte. La gara di ieri mi ha dato tanta sicurezza, oggi non dico che sapevo di vincere ma secondo me non avevo rivali. L'emozione? Sinceramente non lo so, non ne ho idea. Poi ovviamente oggi mancavano i due russi, sarebbe stata una sfida ancora maggiore. L'obiettivo non è questo, è più in alto, ma già così sono contento", chiosa Ceccon.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?