Atlanta (Stati Uniti), 10 febbraio 2018 – In attesa di inserire nei meccanismi di squadra tutti i nuovi arrivati nell’ultimo, scoppiettante, giorno di mercato, i Cleveland Cavaliers hanno portato a casa la seconda vittoria di fila battendo in scioltezza 123-107 gli Atlanta Hawks. A reggere i fili dell’attacco della franchigia dell’Ohio sono stati LeBron James, autore della seconda tripla doppia di fila (22 punti, 19 assist e 12 rimbalzi) e Kyle Korver che di punti ne ha mandati a referto 30 con 9/16 al tiro e 7/13 da tre. L’accelerata decisiva è arrivata verso la fine del terzo quarto, quando i liberi di James e le triple di Korver hanno portato ad un parziale di 11-0 che ha fatto schizzare i Cavs a +14 spingendoli verso la vittoria. Nelle file degli Hawks, invece, non è sceso in campo Marco Belinelli che sta definendo con la franchigia della Georgia il buyout per poi accasarsi in un'altra squadra (lo cercano Thunder, Sixers e Spurs). Sempre ad Est è arrivato invece lo scivolone interno dei Boston Celtics primi della classe che sono stati sconfitti 97-91 dagli Indiana Pacers dell’indemoniato Victor Oladipo, autore di una preziosa doppia doppia (35 punti e 10 rimbalzi). Fatale ai Celtics è stato il parziale tramortente di 30-16 messo a segno da Indiana nei 12 minuti iniziali.

Ad Ovest invece sembrano inarrestabili gli Houston Rockets che hanno spazzato via anche i Denver Nuggets cogliendo la settima vittoria consecutiva. Al Toyota Center di Houston è finita 130-104 per i biancorossi, orchestrati da James Harden (28 punti e 11 assist) e da un monumentale Clint Capela (23 punti e ben 25 rimbalzi). Più che positivo anche il momento che stanno attraversando i Los Angeles Clippers e Danilo Gallinari: i californiani hanno infatti portato a casa la terza vittoria di fila sconfiggendo 108-95 i Detroit Pistons del grande ex Blake Griffin (autore di 19 punti, 8 rimbalzi e 6 assist), i quali si presentavano all’appuntamento con una striscia positiva di cinque successi. Il Gallo ha chiuso con 16 punti (gli stessi mandati a segno da Rivers), mentre il migliore in campo è stato Lou Williams che ha festeggiato la firma su un rinnovo triennale mandando a bersaglio 26 punti in uscita dalla panchina. A Chicago intanto si è fermata la corsa verso la terza piazza della Western dei Minnesota Timberwolves che sono stati sconfitti sul filo di lana dai Chicago Bulls, portati al 114-113 finale dai 35 punti dell’ex Zach LaVine. Tornando nella Eastern Conference, i Miami Heat hanno festeggiato nel migliore dei modi il ritorno di Dwyane Wade, accolto da una lunga ovazione dei tifosi e autore di 3 punti in 22 minuti: all’American Airlines Arena la franchigia della Florida ha infatti fermato i Milwauke Bucks 91-85. In quel di Philadelphia Joel Embiid (24 punti e 16 rimbalzi) ha invece stravinto il duello sotto le plance con Anthony Davis (14punti e 8 rimbalzi) portando al successo i suoi 76ers contro i New Orleans Pelicans (100-82) e consentendo loro di restare in piena corsa playoff. Infine hanno conquistato la vittoria anche i Jazz (106-94 sugli Hornets) e i Trial Blazers che hanno schiantato 118-100 i sacramento Kings grazie soprattutto ai 50 punti dello scatenato Lillard.