Simone Pianigiani (LaPresse)
Simone Pianigiani (LaPresse)

Istanbul (Turchia), 13 dicembre 2018 – Una grande grinta e un Mike James da 31 punti, 6 assist e 4 rimbalzi non bastano all’AX Armani Milano per centrare l’impresa e battere a domicilio il Fenerbahce primo in classifica nell'Eurolega di basket e arrivato questa sera a otto vittorie consecutive. La corazzata turca si è infatti imposta sui biancorossi, giunti al terzo passo falso di fila, per 92-85. A trascinare l’attacco gialloblu, in una serata in cui Nicolò Melli (5 punti) e Gigi Datome (10 punti) non hanno particolarmente brillato, ci hanno pensato Marko Guduric (20 punti e due triple di importanza capitale nel finale), Geoffrey Lauvergne (15 punti) e Ian Vesely (17 punti) a trascinare l’attacco dei gialloblu che hanno tirato con un ragguardevole 64.3% da due e con il 41% da tre.

Nonostante le polveri bagnate da oltre l’arco, Milano ha subito provato a fare la voce grossa facendosi trascinare fino al +6 dalla sostanza sotto le plance di Tarczewski e dalla verve degli scatenati Jerrells e James (21-115). La reazione turca non si è però fatta attendere ed è stata agevlata da Jeffrey Lauvergne che in area ha preso il sopravvento e ha iniziato a segnare quei canestri che a metà del secondo quarto hanno riportato il match in equilibrio (28-28). A spezzare questa parità ci hanno poi pensato Sloukas e Guduric che hanno ispirato il primo mini-allungo dei padroni di casa che a 54” dall’intervallo lungo si sono trovati a +5 (40-35). Un 5-0 interamente firmato da Gudaitis ha però livellato nuovamente il punteggio al suono della seconda sirena (40-40).

Il vero potenziale fisico e qualitativo del Fenerbahce si è iniziato a vedere realmente nella ripresa quando Datome, Vesely e Lauvergne hanno iniziato a far sentire i loro chili e centimetri e a martellare con costanza il canestro di Milano, spingendo i padroni di casa per la prima volta oltre la doppia cifra di vantaggio (70-58). Nel momento della difficoltà però è emerso tutto il talento e il carattere di Mike James che si è caricato sulle spalle Milano siglando 11 punti consecutivi – frutto di tre triple e un canestro ravvicinato – che hanno di fatto riaperto a gara spingendo l’AX a -2 (81-79) a 2’07” dalla fine. Un riavvicinamento rivelatosi poi vano perché Guduric ha subito infranto i sogni dei biancorossi con le due bombe che hanno iniettato ossigeno puro nei polmoni del Fenerbahce che è così riuscito a condurre in porto il successo.