Daye di Venezia (LaPresse)
Daye di Venezia (LaPresse)

Bologna, 13 novembre 2019 – È stato un mercoledì decisamente ricco di soddisfazioni e positività quello delle squadre italiane impegnate nelle coppe europee di basket che hanno portato a casa quattro vittorie in altrettanti incontri disputati. A cominciare dalla Dinamo Sassari che in Champions League FIBA ha strapazzato Strasburgo con un netto 90-67. Trascinata da un’attenta difesa e dalle giocate di Dwayne Evans (12 punti), Miro Bilan (11 punti) e Curtis Jerrells, la Dinamo ha subito preso in mano le redini del gioco chiudendo a +15 il primo quarto. I sardi – nonostante i tentativi di rientrare in partita fatti da Strasburgo nel secondo quarto (emblematico l’11-0 di parziale propiziato da York) – hanno così preso grande fiducia e fatto correre il tassametro del vantaggio fino al +30 siglato da Bucarelli a 4’30” dalla fine e poi si sono limitati a gestire.

Vittoria di grande peso specifico ma decisamente più sofferta quella portata a casa dalla Virtus Segafredo Bologna che ha battuto a domicilio il Maccabi Rishon LeZion 85-79 e ha staccato il pass per le Top 16 di Eurocup. Un parziale di 14-0 del Maccabi, spinto da Williams ed Hamilton (19 punti), sembrava aver compromesso irrimediabilmente le cose per i bianconeri che però, dopo essere sprofondati a -17 (69-52), hanno risposto con un controbreak di 24-1 a cavallo tra terzo e quarto quarto e si sono definitivamente ripresi l’inerzia del match facendosi trascinare dal solito Milos Teodosic (18 punti e 6 assist). Un passo verso le Top 16 lo ha compiuto anche la Reyer Venezia che ha piegato 66-61 il Lokomotiv Kuban: i lagunari hanno saputo resistere nel secondo quarto in cui hanno siglato solo 9 punti e aspettare il momento giusto, arrivato nel quarto quarto quando si è scatenato Austin Daye che ha siglato 13 dei suoi 17 punti e consegnato alla Reyer il successo. C’è infine la firma di Ken Horton (21 punti), Luca Vitali e DeAndre Landsdowne nel successo della Germani Brescia che ha sconfitto 87-83 Badalona: un match dai due volti quello dei brersciani che, dopo essere volati a +19 (69-50), hanno subito la rimonta degli spagnoli, arrivati fino al -3 (78-75). Vitali e Landsdowne hanno però scongiurato il peggio allontanando definitivamente Badalona.