Adrian Banks (LaPresse)
Adrian Banks (LaPresse)

Bologna, 11 dicembre 2019 – Prosegue a gonfie vele la settimana delle squadre italiane impegnate nelle coppe europee di basket che anche oggi hanno portato a casa tre vittorie in altrettante gare. Piuttosto pesante in Eurocup il successo della Dolomiti Energia Trento che ha sbancato Gdynia 85-78 restando al quarto posto nel gruppo D e continuando a sperare nella qualificazione che sarà quindi in ballo fino all’ultima giornata. Su questo successo bianconero c’è la preziosa firma di Alessandro Gentile, autore di una prestazione monumentale: l’azzurro ha infatti chiuso con un bottino di 37 punti (13/20 da due per lui) e ha aiutato e non poco la squadra ad azzerare il -9 di fine primo tempo e a mettere la freccia del sorpasso. Una volta trovato il vantaggio la Dolomiti Energia è poi riuscita a conservarlo anche grazie ai contributi di Pascolo (11 punti e 8 rimbalzi in 18’ giocati), Craft, Mian e Forray.

Sempre in Eurocup è arrivata anche la vittoria della Virtus Segafredo Bologna che nell’ultima gara interna della prima fase ha piegato 88-75 il Promiteas Patrasso ribaltando il -9 dell’andata e prendendosi la momentanea prima posizione in solitaria del girone A. I bianconeri, trascinati dalle prove più che positive di Kyle Weems (14 punti e 6 rimbalzi), marcos Delia (12 punti con 5/6 da due) e Franck Gaines, sono stati avanti nel punteggio sin dalle prime battute e nella quarta frazione, grazie ai guizzi di un Milos Teodosic in versione "uomo squadra (8 punti e 7 assist), hanno dato un’ulteriore sgasata scollinando la doppia cifra di vantaggio e arrivando fino al +13 finale senza grosse resistenze avversarie. Infine in Champions League FIBA è arrivata la pesante vittoria della Happy Casa Brindisi che, in attesa dell’arrivo del neoacquisto Dominique Sutton, ha sconfitto il Neptunas Klaipeda 96-82. Determinante ancora una volta tra i salentini l’apporto di capitan Adrian Banks (22 punti e 6 assist) che assieme a John Brown (19 punti e 11 rimbalzi), Darius Thompson e Tyler Stone (17 punti) ha saputo fare la differenza. In particolar modo nel terzo quarto in cui i biancoblu hanno preso in maniera decisa l’inerzia del match tra le mani piazzando un break di 27-10 che i lituani non hanno saputo più recuperare. On questo successo Brindisi balza al terzo posto del gruppo D, restando in piena corsa per il passaggio del turno.