Massimo Feira, AD dell'Auxilium Torino (LaPresse)
Massimo Feira, AD dell'Auxilium Torino (LaPresse)
Bologna, 10 maggio 2019 – La notizia era nell’aria da qualche giorno e oggi pomeriggio sono arrivati anche i crismi dell’ufficialità: il Consiglio Federale della FIP ha infatti recepito in toto le richieste avanzate dalla Com.Te.C – ente che si occupa del controllo dei conti dei club di Serie A di pallacanestro – infliggendo alla Fiat Torino otto punti di penalizzazione da scontare nel campionato in corso – più due da scontare nel prossimo – per alcune irregolarità nel versamento dei contributi INPS e IRPEF, che sono emerse a seguito di controlli fatti nei mesi scorsi sui bilanci del club. Una vera e propria mazzata per i gialloblu che si ritrovano così a soli 8 punti in classifica e sprofondano all’ultimo posto senza più poter riagganciare la Oriora Pistoia che, dopo aver sfiorato il baratro domenica scorsa, porta a casa quindi un’insperata salvezza a scapito della compagine torinese che retrocede in A2

Resta ora da capire come intenderà muoversi l’Auxilium che nei giorni scorsi aveva fatto capire, in caso di penalizzazione, di volersi tutelare nei tre gradi della giustizia sportiva. La FIP ha comunque fatto sapere che l’intenzione è quella di voler trovare una collocazione in un campionato nazionale al club gialloblu che però deve fare i conti con una non semplice situazione debitoria e con il passo indietro della cordata di forze locali “Una Mole di canestri”, la quale nelle scorse settimane aveva raccolto 125.000 euro a sostegno dell’Auxilium. La società torinese, intanto, si è rivolta anche al Sindaco Chiara Appendino che ha fatto sapere di avere l’intenzione dare un appoggio ai gialloblu. Il tempo però stringe e bisognerà cercare in fretta una soluzione per evitare l’ennesima discesa negli inferi dell’Auxilium.