16 apr 2022

Parigi-Roubaix 2022 in tv: orari, percorso e favoriti

Oggi l'inferno del nord da Compiegne a Roubaix: 257 chilometri e 30 settori di pavé. Tutto si deciderà tra Mons en Pevel e Carrefour de l'Arbre

manuel minguzzi
Sport
Il percorso 2022 della Roubaix
Il percorso 2022 della Roubaix

Parigi. 17 aprile 2022 - Benventui alla Parigi Roubaix 2022, l'inferno del Nord. Oggi, giorno di Pasqua, i veri appassionati di ciclismo vivono una delle giornate clou della stagione. In programma domenica 17 aprile la regina delle classiche sul pavè. Corsa lunga, ben 257 chilometri, con 54 chilometri sul ciottolato e 30 settori di pavè. Mitica la Foresta di Aremberg che di fatto apre le ostilità prima del gran finale tra Mons en Pevele e Carrefour de l'Arbre.

Parigi-Roubaix, il trionfo di Elisa Longo Borghini

Percorso

Gara da uomini veri, da duri, con l'eterno rischio maltempo e fango come successo nell'edizione 2021 vinta da Sonny Colbrelli, assente quest'anno dopo il malore al Giro di Catalogna. Partenza da Compiegne e arrivo a Roubaix nel caratteristico velodromo. 257 chilometri totali e ben 30 settori di pavè. Come di consueto, primi 96 chilometri abbastanza semplici per arrivare al primo settore, numero 30, ovvero il Troisvilles a Inchy, ma la corsa si accenderà definitivamente sul settore 19, ovvero la mitica Foresta di Aremberg, 2.300 metri in leggera salita. Qui si spaccherà la corsa e si capirà chi non potrà vincere la Roubaix. La zona decisiva sarà però dal settore 13, il D'Orchies, che anticipa Mons en Pevele e Campin en Pevele - settore 5 - che sono tratti di pavè duri e selettivi. Se ancora la corsa fosse aperta ci sarà il mitico Carrefour de l'Arbre, settore 4, di 2.100 metri di lunghezza, che rappresenta il tratto di pavè più duro. Mancheranno 15 chilometri al traguardo verso il velodromo di Roubaix dove si percorrerà un giro di pista prima dell'arrivo.

Favoriti

Mancherà il vincitore 2021 Sonny Colbrelli, mentre ci sarà Wout Van Aert: l'asso della Jumbo ha confermato la sua partecipazione nonostante sia appena uscito dal Covid. La sua condizione resta ovviamente una grande incognita. I favori del pronostico ricadono inevitabilmente sul fenomeno Mathieu Van der Poel che cerca la storica accoppiata Fiandre-Roubaix. Il lotto di sfidanti è comunque di tutto rispetto. C'è Alexander Kristoff, vincitore della Scheldeprijs, Kasper Asgreen, Jasper Stuyven, Mads Pedersen, Cristophe Laporte, senza dimenticare Yves Lampaert e Florian Veermesch protagonisti un anno fa. Attenzione anche ai vecchi leoni Van Avermaet e Vanmarcke. In casa Italia occhi su Filippo Ganna, una delle frecce della Ineos, e su Matteo Trentin. Tadej Pogacar non sarà invece al via della Parigi Roubaix. 

Favoriti Parigi-Roubaix 2022: i nomi da seguire. Incognita Van Aert, speranza Ganna

Orari tv

Prevista la doppia diretta a pagamento e in chiaro. Live integrale su Eurosport 1, canale 210 di Sky, a partire dalle 10.30, in streaming su Discovery Plus e Dazn. Diretta in chiaro dalle 12.55 su Raisport Hd, canale 58, con passaggio per il finale di corsa dalle 15.40 su Rai Due. In streaming su Raiplay.

Leggi anche - Amstel, vince Kwiatkowski al fotofinish

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?