Canti, balli, sfilate e carri allegorici. Ogni Paese festeggia a modo suo

Costumi / Dal "lunedì delle rose" alla goliardia della "via dell'Asino"

Il Carnevale è un momento di gioia e spensieratezza per tutti
Il Carnevale è un momento di gioia e spensieratezza per tutti

Il Carnevale è una festa molto conosciuta in tutto il mondo, non solo in Italia. Tra i tanti Paesi in cui viene festeggiato ce ne sono di tutti i tipi, unici nel loro genere e senza dubbio originali. Ad esempio, nella città tedesca di Colonia sul fiume Reno il Carnevale è probabilmente il più romantico di tutti: al giro di "Kölle Alaaf!" centinaia di donne tagliano la cravatta agli uomini chiedendo in cambio un bacio sulla guancia. Solo però il principe, il fante e la vergine, dopo aver ricevuto le chiavi della città, possono dare inizio ai festeggiamenti che hanno il loro picco nel cosiddetto "lunedì delle rose" in cui una folta sfilata di persone su carri tipici attraversa Colonia lanciando rose e dolci alla gente. Spostandoci più a sud nei Paesi Baschi, regione della Spagna, e più precisamente a Mundaka, si svolge l’antico Carnevale di Arauste. Qui sono di nuovo protagoniste le donne che, vestite come streghe con abiti neri e parrucche bionde, danno origine a una festa antica dalle origini più misteriose di tutte. In Repubblica Ceca, invece, il Carnevale si festeggia in maniera speciale tra i boschi della città di Strání, in Moravia, dove viene effettuata la rituale danza delle spade. I protagonisti ballano muniti di sciabole di legno borchiate a simboleggiare la lotta del bene contro il male. Nella non troppo lontana Svizzera, a Solothurn, i festeggiamenti durano un’intera settimana e la città si trasforma in Honolulu. Per un Carnevale che gli abitanti chiamano "hawaiano" cambia il nome stesso del posto. La strada principale è ribattezzata "via dell’Asino" e il sindaco viene addirittura destituito: una ribellione alle regole che incarna a pieno lo spirito di questo momento allegro e gioioso dell’anno.