Giovedì 18 Aprile 2024

Pasqua, miti e leggende per capire il senso di questa festività

Tradizione / Quelle storie tramandate nel tempo per generazioni

Prettamente italiana, invece, la tradizione delle campane volanti

Prettamente italiana, invece, la tradizione delle campane volanti

Le leggende pasquali sono molte e variano da Paese a Paese. Alcune delle più conosciute includono la fiaba del coniglio pasquale che porta uova colorate e dolci ai bambini la notte prima della Pasqua, a simboleggiare rinascita e fertilità, oppure la bellissima e commovente leggenda dei tre alberi che, loro malgrado, scandiscono le tappe fondamentali della vita di Gesù e ancora il mito della colomba pasquale, simbolo di pace e dello spirito santo, che si narra volò sopra il cielo di Gerusalemme dopo la risurrezione di Cristo; c'è poi la leggenda dell'ulivo che racconta come un tempo quest'albero fosse dritto e robusto ma, quando i soldati scelsero il suo legno per fare la croce, si vergognò talmente tanto che si contorse su se stesso e così rimase per sempre. La tradizione popolare di Paesi, come l'Italia, ha molte altre leggende che raccontano l'origine della Pasqua e dei suoi simboli: un esempio è la storia delle campane volanti: si dice che durante la notte di Pasqua le campane delle chiese volino tutte in direzione di San Pietro per portare la buona notizia della resurrezione di Gesù. Al ritorno, le stesse lanciano uova di cioccolato e dolci per festeggiare con i bambini. C'è poi la leggenda della Pasqua a Taormina: si racconta che a Taormina, in Sicilia, durante la notte di Pasqua, le strade si riempivano di fiori e di luci e che, durante la processione della Madonna, le statue di Gesù e dei santi si animassero e camminassero per le strade della città. Si tratta di storie, passate di generazione in generazione, con un solo scopo: spiegare l'origine e il significato di questa festa.