Lunedì 22 Aprile 2024

Andiamo alla scoperta di cinque curiosità sulla Pasqua che (forse) non conoscevate

Celebrazioni / Si tratta della festività cristiana più importante, festeggiata in quasi tutto il pianeta e caratterizzata da tradizioni spesso molto curiose

"Pasqua" deriva dal termine aramaico "Pesach", che significa "passaggio"

"Pasqua" deriva dal termine aramaico "Pesach", che significa "passaggio"

Vi siete mai chiesti da dove deriva il termine Pasqua o perché ci si scambino le uova? E ancora, perché il coniglio è diventato il simbolo di questa festa? A chi appartiene il record dell'uovo di Pasqua più grande del modo? Infine, come si festeggia la Pasqua nel resto del mondo? Cinque curiosità che cercheremo di svelarvi nel corso di questo articolo, a voi non resta altro che leggere e scommettere su quante ne conosciate. Sappiamo tutti (?) che la parola Pasqua deriva dal termine aramaico “Pesach” che significa “passaggio”, ma perché? Ebbene, il riferimento è duplice: per la Pasqua cristiana si tratta del passaggio di Gesù dalla morte alla vita, mentre nella Pasqua ebraica sta a indicare il passaggio di Mosè dal Mar Rosso. In inglese questa festività viene chiamata Easter: termine che trae origine dal nome di una divinità germanica chiamata Eostre, protettrice - udite! Udite! - proprio delle uova e dei conigli. Le uova (e questo sì che lo sappiamo tutti!) sono diventate uno dei simboli tradizionali della Pasqua, proprio perché rappresentano la nascita e il passaggio a una nuova vita ma scambiarsele in dono è un'abitudine che risale al periodo medioevale: in questo periodo era uso regalarsi, tra famiglie di elevato ceto sociale, uova in oro o in argento. Si dovrà aspettare il XIX secolo per le uova di cioccolato (inventate da maître chocolatier francesi e tedeschi) che, almeno inizialmente, erano piene: solo successivamente sono diventate cave, così da poterci nascondere una sorpresa all’interno. Le prime uova con sorpresa, però, si devono all’orafo francese Peter Carl Fabergé che, alla fine dell’Ottocento, ne realizzò di bellissime per lo zar di Russia. In Italia, in questo periodo, è tradizione mangiarlo ma, il coniglio pasquale, nel resto del mondo, è considerato come una sorta di Babbo Natale che, ai bambini buoni, regala uova, dolci e persino giocattoli. Ma perché proprio il coniglio? Perché questo animale è un simbolo di primavera e fertilità, ovvero, nuova vita (non vi ricorda qualcosa?). Tra i compiti del coniglio pasquale c'è quello di nascondere le uova che i bambini, il giorno di Pasqua, potranno divertirsi a cercare, ma chissà se persino lui riuscirebbe a nascondere quello che, in assoluto, è considerato l'uovo di Pasqua più grande al mondo? Si tratta di un uovo di cioccolato del peso di oltre 7.300 kg, americano? Ebbene no: 100% Made in Italy. La Pasqua si festeggia quasi in tutto il mondo, le modalità però cambiano da Paese a Paese. Lo sapevate che, proprio come a Natale, in Germania e in Alsazia vengono creati degli “alberi pasquali” decorati con uova dipinte? In Germania poi dal Giovedì Santo si mangiano solo cibi verdi. In Svezia e parte della Finlandia, tra il giovedì e il venerdì santo, ha luogo una sorta di Halloween con ragazzine vestite da streghe che reclamano dolcetti in giro per le città. Le curiosità sulla Pasqua naturalmente non finiscono qui: noi ve ne abbiamo raccontate alcune e voi, siate sinceri, quante ne sapevate?