Ultima Generazione, bloccata via del Corso: con le maschere di Meloni e Fontana hanno “regalato” pacchi di fango e calcinacci

Il gruppo di circa 15 ambientalisti è stato bloccato dalle forze dell’ordine prima di arrivare vicino a Palazzo Chigi

Blitz di Ultima Generazione a Roma con le maschere di Meloni e Fontana
Blitz di Ultima Generazione a Roma con le maschere di Meloni e Fontana

Roma, 20 dicembre 2023 – Ancora un blitz di Ultima Generazione a Roma, stavolta in via del Corso nel cuore della città. Gli attivisti del Fondo di Riparazione per le alluvioni e per il clima, guidati da due giovani con dei cartoncini legati in volto con la faccia di Giorgia Meloni e Lorenzo Fontana hanno bloccato il traffico di via del Corso con dei “pacchi regalo” con fango e calcinacci da portare alle autorità per ricordare l'alluvione in Emilia in Romagna: “Per Natale come doni solo incendi e alluvioni. Per ogni incendio e alluvione vogliamo un fondo riparazione”, cantano gli ambientalisti che si sono diretti verso Palazzo Chigi.

Approfondisci:

Roma, un altro blitz di Ultima Generazione blocca la Salaria: insulti, calci e sputi da alcuni automobilisti fermi nel traffico

Roma, un altro blitz di Ultima Generazione blocca la Salaria: insulti, calci e sputi da alcuni automobilisti fermi nel traffico
Blitz ambientalisti a Roma, con faccia Meloni e Fontana(
Blitz ambientalisti a Roma, con faccia Meloni e Fontana(

Gli attivisti bloccati prima di arrivare a Palazzo Chigi

I circa 15 attivisti di Ultima Generazione che stamattina si sono diretti da via del Corso verso Palazzo Chigi e il Parlamento, sono stai bloccati dalle forze dell'ordine poco prima di arrivare a piazza Colonna. “Stavamo marciando anche per andare a dare il nostro sostegno ai lavoratori dell'Ilva. Non è un blocco, è una camminata pacifica. Ci dite di rivolgerci alle Istituzioni, e noi stavamo andando da loro”, hanno detto gli ambientalisti seduti per terra ribadendo le rivendicazioni per il clima e la richiesta di un fondo riparazione per le popolazioni alluvionate. “Arrestate i criminali veri non noi”, ripetono alcuni attivisti mentre vengono portati via dalle forze dell'ordine.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui