(Foto d'archivio)
(Foto d'archivio)

Roma, 14 Giugno 2021 - Il Lazio torna a respirare,non solo perché è il primo giorno di zona bianca, ma anche per i dati del bollettino emanato oggi dall'Unità di Crisi sull'andamento del Covid-19 nella Regione, che segna un nuovo risultato utile: su 5437 tamponi (-2085) e quasi 4mila antigenici per un totale di oltre 9mila test, sono 111 i nuovi casi positivi, 16 in meno rispetto alla giornata di ieri, l'incremento più basso mai registrato da agosto 2020. I decessi sono stati invece sei in totale, tutti nell'area metropolitana di Roma. I nuovi positivi nella Capitale sono 86.

Terapie intensive in calo

Si registra un lieve aumento dei ricoverati nella Regione Lazio, 454, 4 in più rispetto a ieri, mentre sono in calo i posti nelle terapie intensive, 94 (-4). I guariti risultano 428 e il rapporto tra positivi e tamponi è al 2%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende addirittura all'1,2%. 

Vaccini: 120mila prenotazioni nella fascia 17-24 anni

Intanto nel Lazio da ieri sera si è registrato un grande afflusso di richieste di vaccinazione da parte dei più giovani: "La campagna vaccinale nel Lazio sta andando spedita: da ieri a mezzanotte 120mila prenotazioni nella fascia d'età 17-24 anni (1999-2004)", ha commentato l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato.

Pfizer: le nuove indicazioni

Sempre da ieri, il richiamo per il vaccino Pfizer sarà nuovamente fissato a 21 giorni e non più a 35. Lo slittamento del richiamo fu raccomandato il 5 maggio con una circolare del Ministero della Salute. La nuova disposizione, che sceglie il lasso di tempo originario per la seconda dose, arriva dopo lo stop di Astrazeneca anche per la seconda dose per gli under 60.