Bollettino Covid Lazio 7 novembre 2021
Bollettino Covid Lazio 7 novembre 2021

Roma, 7 novembre 2021 - “Calo giornaliero rispetto al giorno prima ma in lieve aumento rispetto allo stesso giorno della settimana scorsa. Attesa ancora curva in ascesa”, a dirlo è l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato illustrando il bollettino dei contagi quotidiano nel Lazio. Su 13.784 tamponi molecolari e 19.751 tamponi antigenici per un totale di 33.535 tamponi, si registrano 697 nuovi positivi (-110), 2 decessi (-3), 482 ricoverati (+2), stabili a 59 le terapie intensive e +361 i guariti. Gli attuali positivi sono 10.944, di cui 10.403 in isolamento domiciliare. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 2%. I casi a Roma città sono a quota 286 (-73). Covid Lazio, 6 novembre 2021: crescono contagi (807) e ricoveri, 5 i decessi

Allo Spallanzani 85 ricoverati, finora 3.315 dimessi

Sono 85 i pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars CoV-2 ricoverati allo Spallanzani di Roma, di cui uno in via di dimissione, 10 i pazienti in terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono finora 3.315. E' quanto emerge dal bollettino di oggi dell'istituto

Il bollettino da Asl e province

Il bollettino Covid del Lazio visto dalle Asl. I nuovi contagi nella Asl Roma 1 sono 83; raddoppiano a Roma 2 dove sono 160; a Roma 3 sono 43 i nuovi casi e si registra 1 decesso; a Roma 4 sono 47 i nuovi casi; mentre a Roma 5 sono 39 infine a Roma 6 i nuovi casi sono 90. Nelle province si registrano in totale 235 nuovi casi, di cui a Frosinone sono 68, mentre sono 95 a Latina dove si registra anche 1 decesso nelle ultime 24h. A Rieti sono 28 i nuovi casi e a Viterbo 44.

Dati Covid oggi: bollettino Italia. Contagi, ricoveri, terapie intensive: tutte le regioni

Vaccino: oltre 300 mila terze dosi effettuate

“Le somministrazioni del vaccino covid di ieri sono aumentate del 28% rispetto a sabato scorso – aggiunge D’Amato - il 54% sono terze dosi, il 33% sono seconde dosi e il 13% sono prime dosi - ha aggiunto D'Amato - È necessario, trascorsi i 180 giorni, procedere alla dose di richiamo per gli over 60. Per chi ha fatto il vaccino J&J si procede a prescindere dall'età trascorsi i 180 giorni senza aspettare la scadenza del green pass. Si può accedere anche senza prenotazione agli hub vaccinali”

Il 30% della fascia di popolazione over 80 anni è vaccinato con terza dose. È possibile prenotare la dose booster vaccino anti Covid per il personale sanitario per i quali siano passati almeno 180 giorni (6 mesi) dall'ultima somministrazione “Sono oltre 300 mila terze dosi effettuate”, precisa l'assessore D'Amato. Complessivamente nella regione sono 8,8 milioni le dosi somministrate. Oltre il 92% della popolazione adulta e oltre 86% di over 12 che hanno concluso il percorso vaccinale.

Quarantena per chi arriva da alcuni Paesi dell'Est Europa

“Serve la quarantena per chi arriva da alcuni Paesi dell'Est Europa dove i numeri dei nuovi casi sono altissimi e la percentuale dei vaccinati bassa" dice l'assessore alla Salute del Lazio, Alessio D'Amato. E aggiunge "Con Romania e Bulgaria l'Italia ha intensi rapporti, i lavoratori di quelle Nazioni sono impegnati nell'assistenza agli anziani, non possiamo rischiare". Il tutto "con spirito di collaborazione", sottolineando l'importanza dei lavori che queste persone svolgono nel nostro Paese".

L'assessore ha anche proposto al commissario per l'emergenza Covid, Francesco Figliuolo, il passaggio a un "Green pass intelligente" che avvisi quando è tempo di rivaccinarsi. Quando si esibisce il qr-code, "deve apparire per queste persone il colore giallo, una sorta di ammonizione", spiega l'assessore. Un avviso che dica: "Sei già stato vaccinato da più di sei mesi, è importante che tu vada a ricevere la terza dose".