Richiamo vaccini Covid
Richiamo vaccini Covid

Roma, 27 ottobre 2021 - Su 11.385 tamponi molecolari e 21.349 tamponi antigenici per un totale di 32.734 tamponi, nel Lazio si registrano 503 nuovi casi positivi, vale a dire 66 casi in più rispetto al dato di ieri: 437. Sono 5 i decessi, 362 i ricoverati (+8), 47 le terapie intensive (-4) e +630 i guariti. "Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,5%. I casi a Roma città sono a quota 216. “Assistiamo ad un lieve incremento dei casi, è necessario fare la dose di richiamo. Presto – dice l'assessore alla Sanità della Regione, Alessio D'Amato - attiveremo una modalità di chiamata attiva per ricordare le modalità di prenotazione a tutti coloro che rientrano nelle circolari del Ministero". Sono 8.848 le persone attualmente positive a Covid-19 nel Lazio, di cui 8.439 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 375.280 e i morti 8.775, su un totale di 392.903 casi esaminati, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio. Covid Lazio, crescono contagi e raddoppiano decessi: 10 morti. Tamponi gratis ai tifosi

Posa della prima pietra del “Cubo” al Campus biomedico di Roma

"Se oggi stiamo uscendo da questa fase drammatica della nostra vita è grazie alla scienza, ai vaccini, ma il valore aggiunto è stato l'enorme sforzo fatto dall'intero sistema sanitario nazionale che ha combattuto unito e in cui il campus biomedico ha fatto la differenza". Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, chiude così l'incontro in occasione della posa della prima pietra del nuovo edificio della didattica dell'Università Campus Bio-Medico di Roma chiamato "Cubo " che si svilupperà su una superficie di circa 10.000 metri quadrati ad alta sostenibilità e una dotazione di verde pubblico di 38.000 mq. I lavori della nuova "Cultural Box" sono partiti a giugno 2021 nell'area tra il Policlinico Universitario e il Polo di Ricerca Avanzata in Biomedicina e Bioingegneria. L'edificio sarà fruibile per l'anno accademico 2022/23.

“Voglio ringraziare il presidente Zingaretti e l'assessore D'Amato per aver garantito al Lazio un primato nella vaccinazione e nella gestione del Covid, a fronte anche di Regioni più celebrate come efficienti”. A dirlo Gianni Letta, ex sottosegretario alla presidenza del Consiglio, intervenendo alla cerimonia della posa della prima pietra al Campus biomedico di Roma. “Non era facile in una città come Roma e in una regione come il Lazio - ha aggiunto - . Quindi questo primato gli va riconosciuto. Speriamo di uscire da questa pandemia che ci ha fatto tanto soffrire e ci ha messo a dura prova”.