Seconda dose per il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti
Seconda dose per il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti

Roma, 25 luglio 2021 - Forte frenata del numero di nuovi casi di Covid-19 nel Lazio: oggi ne risultano 660, con un decremento di 185 rispetto a ieri (845 casi), su un totale di oltre 25mila test. I casi a Roma città sono oggi a quota 378 (588 ieri) “Una frenata che deve tener conto del fatto che questo accade solitamente nelle rilevazioni nei fine settimana”, si sottolinea nel report che la Regione Lazio ha diffuso al termine della riunione in videoconferenza, tenuta alla presenza dell'assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria, Alessio D'Amato, della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù. I decessi sono 2 (ieri nessuno), i ricoverati sono 211 (+15), le terapie intensive sono 32 (stesso numero di ieri), i guariti sono 205. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 7,9% ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale scende al 2,5%.

63% popolazione adulta immunizzata

Nel Lazio oggi 25 luglio si è arrivati al tetto dei 6,6 milioni di somministrazioni complessive di vaccino, superate 3 milioni di seconde dosi. Il 63% della popolazione adulta ha completato il ciclo vaccinale. L'hub Nuvola oggi ha superato le 400mila somministrazioni. Per le benemerenze al personale impegnato nel contrasto al Covid domani è prevista la consegna degli attestati all'Asl Roma 6, Ares 118 e Gemelli. Nei prossimi giorni verranno dati anche ai medici di medicina generale, ai pediatri di libera scelta, e ai farmacisti che si sono distinti nella pandemia.

Zingaretti, seconda dose 

 "Seconda dose fatta! Vogliamo tornare a vivere liberi. Liberi di fare impresa, di avere un negozio, di divertirci, di lavorare, di non chiudere mai più le attività. E per tornare liberi bisogna vaccinarsi e avere comportamenti
responsabili. Chi dice il contrario è un bugiardo. E noi dobbiamo combattere le bugie. Vacciniamoci!". Così il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, su Facebook.