Emilia Romagna, da sinistra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni (Ansa)
Emilia Romagna, da sinistra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni (Ansa)

Roma, 26 gennaio 2020 - Domenica di elezioni regionali, in Emilia-Romagna e Calabria: quasi 5,5 milioni di elettori sono stati chiamati per rinnovare i due consigli regionali e i due nuovi Governatori. In Emilia Romagna 3,5 milioni di cittadini (più esattamente gli aventi diritto al voto sono 3.508.332, di cui 1.704.295 uomini e 1.804.037 donne) e sono state allestite oltre 4.520 sezioni nei 328 comuni della Regione. In Calabria complessivamente 1.959.050 di elettori.

Gli exit poll in tv. Quando si sapranno i risultati

Le rilevazioni sull'affluenza alle urne sono state diffuse alle 12, alle 19 e a chiusura seggi alle 23. Subito dopo è iniziata senza soluzione di continuità lo scrutinio e in nottata è atteso il verdetto sui nuovi Governatori.

Affluenza in forte crescita

Secondo i dati dell'affluenza definitiva in Emilia Romagna si è recato alle urne il 67,67%. Nella precedente consultazione regionale, nel 2014, alla stessa ora, l'affluenza era stata del 37,76%. Dato stabile invece in Calabria: al 44,32%, contro il 44,16% delle scorse elezioni regionali.

(L'articolo continua dopo la mappa)

 

(L'articolo continua dopo la mappa)

 

Gli altri appuntamenti con le urne

In primavera, tra maggio e giugno, nuova tornata di elezioni in Marche, Liguria, Campania, Puglia, Veneto e Toscana. Si voterà anche per eleggere i sindaci di Aosta, Arezzo, Reggio Calabria, Trento, Venezia e di altri 1074 Comuni. Senza dimenticare il referendum sulla riforma costituzionale che ha previsto il taglio del numero dei parlamentari.