Regionali 2020, i vincitori: Bonaccini e Santelli (Ansa)
Regionali 2020, i vincitori: Bonaccini e Santelli (Ansa)

Roma, 27 gennaio 2020 - L'Emilia Romagna al centrosinistra e la Calabria al centrodestra. E' questa la fotografia dei risultati delle elezioni regionali 2020: il dem Bonaccini supera la leghista Borgonzoni e la forzista Santelli trionfa sull'imprenditore Callipo. Il voto però segna anche il tracollo del Movimento 5 Stelle in entrambe le sedi.

L'analisi dei flussi: Bonaccini vince grazie agli elettori M5S

Emilia Romagna

In Emilia Romagna dunque vince il governatore uscente Stefano Bonaccini (centrosinistra), che raccoglie il 51,4% dei consesi. La candidata del centrodestra Lucia Borgonzoni si ferma invece al 43,6%. Solo il 3,47% delle preferenze invece per il pentastellato Simone Benini. Un dato interessante emerge dalle coalizioni: quella di centrosinistra è al 48,7%, quella di centrodestra al 45,5%. A premiare Bonaccini sarebbe stato quindi anche il voto disgiunto e la preferenza 'secca' nei confronti del candidato del centrosinistra. Per quanto riguarda le liste, il Pd è il primo partito al 34,59%, segue la Lega, al 31,9%. Fdi è al 8,6%, Bonaccini presidente al 5,8%, Movimento 5 Stelle al 3,4%, Forza Italia al 2,7%. 

image

Qui le prime dichiarazioni di Stefano Bonaccini

Qui le prime dichiarazioni di Lucia Borgonzoni

Calabria

Vittoria larghissima del centrodestra in Calabria. Trionfa Jole Santelli (centrodestra) che incassa il 55,3% dei consensi, mentre Filippo Callipo (candidato 'civico' appoggiato dal Pd e da una lista di centrosinistra) si ferma al 30%. Molto distaccati gli altri due protagonisti della corsa a quattro: Francesco Aiello, appoggiato dal Movimento Cinquestelle, è al 7,3% mentre Carlo Tansi, sostenuto da tre liste civiche, è al 7,1%.

Nonostante la sconfitta di Callipo il Pd resta il primo partito con il 15,8%, segue Forza Italia (12,58) mentre dimezza i consensi la Lega (12,21), che alle Europee di otto mesi fa aveva ottenuto il 22,6%. Fratelli d'Italia ottiene invece l'11,14%. Crollo anche qui del Movimento 5 Stelle, che raccoglie il 7,35% e non riesce a entrare il Consiglio regionale, non avendo raggiunto il quorum dell'8%.

image

FOCUS / Governo, nuovi equilibri in maggioranza

Affluenza

Già con gli esiti dell'affluenza si è registrato un primo trend della tornata elettorale: exploit in Emilia Romagna, dove alle 23 (dato definitivo) è andato a votare il 67,67% con una crescita di circa 30 punti. Percentuale di votanti che è simile alle elezioni precedenti, invece, in Calabria, dove si ferma al 44,32% contro il 44,16% delle precedenti elezioni. Le elezioni regionali, soprattutto per quanto riguarda l'Emilia-Romagna, erano indicate come "decisive" per il futuro del governo

FOCUS / Batosta M5s, doppio ko

Emilia Romagna, mappa e risultati

 

Calabria, mappa e risultati