Lunedì 20 Maggio 2024
“Mi sto ancora abituando anche se adesso non ho niente: se non ci fosse la mia famiglia, dormirei per strada. Dopo questi anni in carcere, mi sarei aspettato almeno qualche scusa da parte dello Stato, ma non è arrivato nulla”, dice Beniamino Zuncheddu, in carcere per quasi 33 anni da innocente. Ho l’impressione che l’ex pastore e la sua incredibile vicenda siano già stati dimenticati.

Per non dimenticarsi di Beniamino Zuncheddu

“Mi sto ancora abituando anche se adesso non ho niente: se non ci fosse la mia famiglia, dormirei per strada. Dopo questi anni in carcere, mi sarei aspettato almeno qualche scusa da parte dello Stato, ma non è arrivato nulla”, dice Beniamino Zuncheddu, in carcere per quasi 33 anni da innocente. Ho l’impressione che l’ex pastore e la sua incredibile vicenda siano già stati dimenticati.

di David Allegranti
Noialtri amanti della politica come professione non abbiamo mai capito la passione dei professionisti dell’antipolitica per l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Politica e democrazia hanno bisogno di soldi per funzionare.

Il populismo che ha addomesticato la politica

Noialtri amanti della politica come professione non abbiamo mai capito la passione dei professionisti dell’antipolitica per l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Politica e democrazia hanno bisogno di soldi per funzionare.

di David Allegranti
Si iniziano a vedere gli effetti del panpenalismo del governo Meloni. E li si vedono soprattutto sui giovani e giovanissimi detenuti. Al 30 aprile 2024 erano 571 i ragazzi e le ragazze recluse negli Istituti Penali per Minorenni italiani. A oggi sono 7 (Bologna, Firenze, Milano, Potenza, Pontremoli, Torino, Treviso) su 17 gli IPM che vedono un numero di presenze superiore ai posti disponibili. Nei primi quattro mesi del 2024 c'è stata una crescita di 76 unità per un tasso di oltre il 15 per cento.

Quei 571 ragazzi detenuti

Si iniziano a vedere gli effetti del panpenalismo del governo Meloni. E li si vedono soprattutto sui giovani e giovanissimi detenuti. Al 30 aprile 2024 erano 571 i ragazzi e le ragazze recluse negli Istituti Penali per Minorenni italiani. A oggi sono 7 (Bologna, Firenze, Milano, Potenza, Pontremoli, Torino, Treviso) su 17 gli IPM che vedono un numero di presenze superiore ai posti disponibili. Nei primi quattro mesi del 2024 c'è stata una crescita di 76 unità per un tasso di oltre il 15 per cento.

di David Allegranti
Matteo Salvini chiude il caso Luca Zaia e anche la questione del terzo mandato. E lo fa in casa del presidente della Regione in carica dal 2010, nel Veneto, a Vicenza, mentre sfilano gli alpini per la 95esima adunata nazionale.

Salvini archivia Zaia

Matteo Salvini chiude il caso Luca Zaia e anche la questione del terzo mandato. E lo fa in casa del presidente della Regione in carica dal 2010, nel Veneto, a Vicenza, mentre sfilano gli alpini per la 95esima adunata nazionale.

di David Allegranti
La crisi nel Mar Rosso prosegue. Le rotte commerciali sono sotto attacco degli Houthi dal novembre dell’anno scorso. Nonostante i cinque mesi trascorsi e nonostante due missioni navali, gli assalti alle navi commerciali vanno avanti.

La crisi del Mar Rosso prosegue

La crisi nel Mar Rosso prosegue. Le rotte commerciali sono sotto attacco degli Houthi dal novembre dell’anno scorso. Nonostante i cinque mesi trascorsi e nonostante due missioni navali, gli assalti alle navi commerciali vanno avanti.

di David Allegranti
E se Giorgia Meloni facesse sul serio sul premierato? Due giorni fa in Senato è iniziata la discussione generale sul ddl Premierato, che la presidente del Consiglio considera la madre di tutte le riforme. Un po’ come per la Lega lo è l’autonomia differenziata, con la differenza che per il premierato serve la modifica della Costituzione.

Premierato, la sfida di Giorgia Meloni

E se Giorgia Meloni facesse sul serio sul premierato? Due giorni fa in Senato è iniziata la discussione generale sul ddl Premierato, che la presidente del Consiglio considera la madre di tutte le riforme. Un po’ come per la Lega lo è l’autonomia differenziata, con la differenza che per il premierato serve la modifica della Costituzione.

di David Allegranti
Basta armi all'Ucraina, dice Marco Tarquinio, candidato del Pd nella circoscrizione dell’Italia centrale. Basta armi all’Ucraina, dice il segretario della Lega Matteo Salvini. Ma la pace giusta non può consistere nella capitolazione degli aggrediti.

Salvini e Tarquinio contro le armi all'Ucraina

Basta armi all'Ucraina, dice Marco Tarquinio, candidato del Pd nella circoscrizione dell’Italia centrale. Basta armi all’Ucraina, dice il segretario della Lega Matteo Salvini. Ma la pace giusta non può consistere nella capitolazione degli aggrediti.

Ultime notizie sulle elezioni a Firenze, dove si vota a giugno. Probabilmente l’appuntamento elettorale amministrativo più seguito a livello nazionale.

Ultime notizie da Firenze

Ultime notizie sulle elezioni a Firenze, dove si vota a giugno. Probabilmente l’appuntamento elettorale amministrativo più seguito a livello nazionale.

di David Allegranti
Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti venerdì scorso ha annunciato che “lo Stato investirà nei prossimi 5 anni 1,7 miliardi nell'intelligenza artificiale”. Un tema di stringente attualità, quello dell’intelligenza artificiale, che tocca vari ambiti. Dall’informatica all’ingegneria alla filosofia, all’etica, al diritto.Ne abbiamo parlato con il professor Alberto Peruzzi, filosofo, docente di Teoria della Conoscenza all’Università di Firenze.

Intelligenza artificiale, intervista con Alberto Peruzzi

Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti venerdì scorso ha annunciato che “lo Stato investirà nei prossimi 5 anni 1,7 miliardi nell'intelligenza artificiale”. Un tema di stringente attualità, quello dell’intelligenza artificiale, che tocca vari ambiti. Dall’informatica all’ingegneria alla filosofia, all’etica, al diritto.Ne abbiamo parlato con il professor Alberto Peruzzi, filosofo, docente di Teoria della Conoscenza all’Università di Firenze.

di David Allegranti
C’è un caso politico dentro Italia Viva. L’europarlamentare uscente Nicola Danti il Primo Maggio ha annunciato che non si ricandiderà con un post sui suoi canali social. Il tono è stato tuttavia vagamente polemico, ed è una novità per un renziano della primissima ora.

Un caso politico per Italia Viva

C’è un caso politico dentro Italia Viva. L’europarlamentare uscente Nicola Danti il Primo Maggio ha annunciato che non si ricandiderà con un post sui suoi canali social. Il tono è stato tuttavia vagamente polemico, ed è una novità per un renziano della primissima ora.

di David Allegranti
Roberto Vannacci è candidato con la Lega e nel partito di Matteo Salvini si moltiplicano le voci critiche. Dopo Gian Marco Centinaio, vicepresidente del Senato, ora tocca a Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia. Il produttivo Nord, architrave del consenso del Carroccio, è insomma in pieno fermento.

Leghisti contro Vannacci /2

Roberto Vannacci è candidato con la Lega e nel partito di Matteo Salvini si moltiplicano le voci critiche. Dopo Gian Marco Centinaio, vicepresidente del Senato, ora tocca a Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia. Il produttivo Nord, architrave del consenso del Carroccio, è insomma in pieno fermento.

di David Allegranti
Ieri le cronache dei giornali davano conto della terribile vicenda dell’istituto minorile Beccaria di Milano. Un istituto abbandonato da anni, come ha detto il sindaco Beppe Sala. “Maltrattamenti e torture in cella sui minorenni del Beccaria. Arrestati tredici agenti”, titolava Quotidiano Nazionale in prima pagina.

Dei delitti e delle pene

Ieri le cronache dei giornali davano conto della terribile vicenda dell’istituto minorile Beccaria di Milano. Un istituto abbandonato da anni, come ha detto il sindaco Beppe Sala. “Maltrattamenti e torture in cella sui minorenni del Beccaria. Arrestati tredici agenti”, titolava Quotidiano Nazionale in prima pagina.

Caccia ai nomi per candidati civici anche per l’elezione a Bruxelles. Tanti volti e personaggi in corsa sia nel centrodestra e nel centrosinistra. Da Tarquinio a Annunziata ma chi lavora sul territorio e fatica per i partiti spesso storce la bocca

Se gli acchiappavoti sono Vannacci e Salis

Caccia ai nomi per candidati civici anche per l’elezione a Bruxelles. Tanti volti e personaggi in corsa sia nel centrodestra e nel centrosinistra. Da Tarquinio a Annunziata ma chi lavora sul territorio e fatica per i partiti spesso storce la bocca

di David Allegranti
Martedì scorso sono stato ad ascoltare Eike Schmidt nel giorno del lancio della sua candidatura a Firenze, al teatro Cartiere Carrara, l’ex Tuscany Hall.

Eike Schmidt e la tramvia

Martedì scorso sono stato ad ascoltare Eike Schmidt nel giorno del lancio della sua candidatura a Firenze, al teatro Cartiere Carrara, l’ex Tuscany Hall.

di David Allegranti
Ma allora, codesto generale Roberto Vannacci? Ancora non ha deciso se candidarsi con la Lega, ma forse è tutta solo scena. Lui, il militare che ha il compito di trasformare i lettori dei suoi due libri in elettori, è in campo in realtà da mesi. Con le presentazioni dei suoi best seller, le sue interviste, i suoi interventi televisivi.

Leghisti contro Vannacci

Ma allora, codesto generale Roberto Vannacci? Ancora non ha deciso se candidarsi con la Lega, ma forse è tutta solo scena. Lui, il militare che ha il compito di trasformare i lettori dei suoi due libri in elettori, è in campo in realtà da mesi. Con le presentazioni dei suoi best seller, le sue interviste, i suoi interventi televisivi.

di David Allegranti
“I suicidi sono il prodotto della lontananza della politica e della società civile dal carcere”, dice la Conferenza dei garanti territoriali delle persone private della libertà, che ha organizzato per il prossimo 18 aprile una giornata di mobilitazione.

I suicidi in carcere: una giornata di mobilitazione

“I suicidi sono il prodotto della lontananza della politica e della società civile dal carcere”, dice la Conferenza dei garanti territoriali delle persone private della libertà, che ha organizzato per il prossimo 18 aprile una giornata di mobilitazione.

di David Allegranti
È dunque finita così. Dopo la scissione dell’ex Terzo Polo, con lo scazzo fra Azione e Italia Viva, ormai consolidato e certificato da tempo, s’è scisso pure Più Europa, il partito di Emma Bonino e Riccardo Magi.

Malesseri europeisti

È dunque finita così. Dopo la scissione dell’ex Terzo Polo, con lo scazzo fra Azione e Italia Viva, ormai consolidato e certificato da tempo, s’è scisso pure Più Europa, il partito di Emma Bonino e Riccardo Magi.

di David Allegranti
L’inchiesta pugliese sul voto di scambio, che coinvolge anche una ex assessora regionale di Michele Emiliano, Anita Maurodinoia, è diventata una ghiotta occasione per Beppe Conte.

Le primarie che Conte non vuole

L’inchiesta pugliese sul voto di scambio, che coinvolge anche una ex assessora regionale di Michele Emiliano, Anita Maurodinoia, è diventata una ghiotta occasione per Beppe Conte.

di David Allegranti
Più Letti
Autopromo
Magazine e Spettacoli
Autopromo
Qn Economia
Autopromo
Autopromo
Autopromo
Autopromo