quotidiano nazionale
2 feb 2022

Tentato omicidio per il controllo della droga, arrestato un 51enne di Acerra

L'uomo è gravemente indiziato di tentato omicidio di un 24enne, aggravato dal metodo mafioso. L'aggressione è avvenuta a novembre, in casa sono state trovate le armi usate quella notte

2 feb 2022
featured image
Un arresto
featured image
Un arresto

Napoli, 2 febbraio 2022 – Sono state scandagliate migliaia di fotogrammi delle telecamere di sicurezza per arrivare sulle tracce del 51enne che avrebbe tentato di uccidere un ragazzo di 24 anni, militante del clan rivale. Uno scontro violento messo a segno per la gestione dello spaccio di stupefacenti nella piazza di Acerra. L’uomo, che ha alle spalle diversi precedenti penali, è gravemente indiziato di tentato omicidio volontario e di porto e detenzione illegale di arma da fuoco, reati aggravati dalle modalità mafiose.

Il tentato omicidio risale allo scorso 21 novembre, ieri i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il 51enne, emessa dal gip di Napoli su richiesta della Dda partenopea. Per gli inquirenti "a carico dell'arrestato sono stati acquisiti gravi indizi di colpevolezza in ordine alla esecuzione materiale del tentato omicidio in questione", inoltre "è altamente probabile che il delitto sia da ascrivere al controllo e alla gestione dello spaccio di stupefacenti".

Approfondisci:

Napoli, rissa e spari tra bande, 3 giovani in carcere minorile per tentato omicidio

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, che si sono avvalsi delle immagini estratte dagli impianti di videosorveglianza pubblici e privati presenti nell'area e delle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, il tentato omicidio sarebbe da inquadrare nello scontro per il controllo della droga venduta sul territorio. È questo il motivo che ha spinto G.P., un 51enne di Acerra, a ferire gravemente il rivale, un 24enne della zona.

Approfondisci:

Tentato omicidio a Ischia, un 25enne accoltella il cugino durante una lite: arrestato

All'atto dell'irruzione dei militari nell’abitazione dell’indiziato, il 51enne ha tentato di scappare e di disfarsi di una pistola a salve modificata e pronta all'uso, con caricatore inserito, contenente munizioni calibro 6,35. Il tutto è stato recuperato e sequestrato. Nell'abitazione in uso al 51enne, e in quella in cui l’uomo ha ufficialmente la residenza, sono state trovate e sequestrate oltre 60 cartucce calibro 7,65, otto munizioni a salve, un telefono cellulare e 500 euro in contanti. Recuperato anche un paio di scarpe che potrebbero essere state usate durante il tentato omicidio. Anche le armi sequestrate potrebbero avere attinenza con la tentata uccisione dle ragazzo. 


 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?