(foto d'archivio)
(foto d'archivio)

Napoli, 28 Aprile 2021 – Minacce di morte, calci e pugni. Gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato sono intervenuti due volte ieri sera per sedare due episodi molto simili, a Napoli. La prima chiamata è stata una segnalazione in via Peppino de Filippo, nel rione Sanità, dove un uomo di 52 anni, già denunciato in passato, è stato sorpreso mentre minacciava di morte la sorella e colpiva con calci e pugni la porta d’ingresso dell’appartamento nel quale la familiare si era barricata.

La donna ha poi raccontato ai carabinieri come non si sia trattato di un episodio isolato. Come già altre volte in passato infatti, il fratello le aveva chiesto dei soldi per acquistare delle dosi di droga ma, al suo rifiuto, l’aveva minacciata e aggredita. Il 52enne è stato arrestato.

Calci e pugni ai genitori

Più tardi, in un secondo intervento sempre al rione Sanità, in via Antonio Villari i militari sono stati avvicinati da una coppia di coniugi che hanno raccontato di essere stati aggrediti a calci e pugni dal figlio. L’uomo, di 32 anni, aveva chiesto ai genitori dei soldi per comprare la droga, ma subìto il rifiuto si era scagliato violentemente contro di loro. Già denunciato in precedenza, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, estorsione e lesioni personali.