Un treno della Circumvesuviana in una foto di repertorio
Un treno della Circumvesuviana in una foto di repertorio

Napoli, 14 maggio 2021 – Per fortuna ha causato solo paura e disagi, ma nessun ferito, l’incendio divampato questa mattina, attorno alle 10.30, su un convoglio della Circumvesuviana, la rete ferroviaria che collega l’area metropolitana di Napoli, che ha portato all’interruzione della circolazione sulla tratta compresa fra Torre Annunziata e Scafati (Salerno).

Treno a fuoco, passeggeri a piedi sui binari

I passeggeri, spaventati dalle fiamme, hanno quindi abbandonato il mezzo e, camminando lungo i binari, hanno raggiunto a piedi la vicina stazione di Pompei. Come detto, l’incendio ha provocato dei danni alla linea e un grande spavento per i pendolari, nessuno dei quali è rimasto ferito.

Per tamponare i disagi legati all’interruzione del servizio, l’Eav, l’Ente autonomo Volturno, in mattinata ha annunciato l’istituzione di “un servizio sostitutivo automobilistico”, oltre alla limitazione di alcune tratte: i treni in partenza da Napoli e diretti a Poggiomarino devono fermarsi a Torre Annunziata, mentre quelli in servizio nella direzione opposta devono interrompere la propria corsa a Scafati.

Borrelli: “Potenziare controllo e manutenzione”

A rendere note le cause dell’interruzione del servizio annunciata dalla società di trasporti è stato il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, il quale ha inviato una nota al presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, chiedendo “l'apertura di un'indagine interna per fare luce sulle cause dell'incendio”.

“In particolare – ha detto Borrelli – è necessario conoscere se le fiamme siano partite dall'interno della carrozza oppure da un cortocircuito nei fili dell'alta tensione. Tragedia evitata per fortuna, ma bisogna garantire la piena sicurezza a tutti i passeggeri che prendono quotidianamente la Circum potenziando le attività di controllo e manutenzione delle tratte”.