Luigi Maglione sindaco di Casavatore
Luigi Maglione sindaco di Casavatore

Casavatore (Napoli), 13 ottobre 2021 - Ribaltone elettorale, dopo oltre un anno capovolto il risultato delle elezioni amministrative di Casavatore (Napoli). La seconda sezione del Consiglio di Stato, presieduta da Giulio Castriota Scanderbeg, ha accolto il ricorso presentato da Luigi Maglione, candidato della coalizione di centrosinistra, risultato sconfitto ai ballottaggi da Vito Marino per soli due voti (3.302 preferenze contro 3.300) al ballottaggio di domenica 4 e lunedì 5 ottobre 2020. A distanza di un anno quindi, per effetto della sentenza del Consiglio di Stato, Luigi Maglione viene proclamato eletto alla carica di sindaco del Comune di Casavatore. Il ricorso è stato presentato contro il verbale di proclamazione degli eletti del 21 ottobre 2020, con il quale è stato eletto sindaco Vito Marino, l'atto di proclamazione del sindaco del 9 ottobre e i verbali relativi alle operazioni elettorali di 8 sezioni elettorali.

Ricorso inizialmente respinto dal Tar

Nel ricorso, inizialmente respinto dal Tar, Maglione lamentava la mancata assegnazione di due voti a suo favore. Il Consiglio di Stato ha accolto le motivazioni attribuendo così due voti in più a Maglione. Entrambi i candidati si sono quindi attestati a 3.302 voti, una situazione di pareggio che, a norma di legge, prevede la proclamazione a sindaco del candidato con la lista o il gruppo di liste che ha conseguito la maggiore cifra elettorale (42,71% contro 40,31% a favore della coalizione di centrosinistra al primo turno), o in seconda battuta al candidato più anziano: in entrambi i casi risulta eletto Luigi Maglione, a distanza di un anno dallo svolgimento delle elezioni. 

Esposito, Pd Napoli: “Siamo soddisfatti, abbiamo avuto ragione”

"Esprimiamo profonda soddisfazione per quanto riportato nella sentenza pubblicata stamane dal Consiglio di Stato. Avevamo riposto piena fiducia nella giustizia, e abbiamo avuto ragione". Così Pasquale Esposito, responsabile enti locali del Pd Napoli, commentando la sentenza del Consiglio di Stato che ha capovolto l'esito del ballottaggio di un anno fa a Casavatore (Napoli) proclamando sindaco Luigi Maglione, candidato della coalizione di centrosinistra. "Siamo soddisfatti - spiega Esposito - perché a trionfare sarà il giudizio popolare, espresso nelle urne attraverso il voto. Oggi a vincere non sono stati solo Luigi Maglione e la sua coalizione, ma la democrazia. Ora occorre far presto e restituire il governo di Casavatore, è la cosa più importante", conclude Esposito.