Venerdì 14 Giugno 2024

Scavi di Ercolano, turista olandese vandalizza stucco con pennarello indelebile: denunciato

L’autore è un 27enne. Potrebbe essere costretto a pagare di tasca propria il ripristino dell’opera

Turista olandese sfregia con 'firma' pareti domus Scavi Ercolano (Ansa)

Turista olandese sfregia con 'firma' pareti domus Scavi Ercolano (Ansa)

Ercolano, 3 giugno 2024 – Grave episodio di vandalismo ieri sera al Parco archeologico di Ercolano: un 27enne olandese ha sfregiato le pareti stuccate di una domus romana, firmandosi con un pennarello nero indelebile. 

Il giovane, in vacanza in Campania, avrebbe voluto lasciare una testimonianza del suo passaggio nell’antica città romana inghiottita dalle ceneri del Vesuvio nel 79 d.C.. Il personale di vigilanza del sito archeologico, prontamente allertato, ha richiesto l’intervento dei carabinieri, che lo hanno identificato e denunciato per danneggiamento e imbrattamento di opere artistiche. 

A parlare della vicenda è stato anche il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano, che ha condiviso sui social la foto dello stucco imbrattato: “Ancora una volta i nostri beni culturali sono vittime dell'inciviltà e dell'idiozia – ha commentato – Ogni danno è una ferita al nostro patrimonio, alla nostra bellezza e alla nostra identità ed è per questo che va sanzionato con la massima fermezza”. 

Proprio per via di una legge firmata da Sangiuliano, il 27enne potrebbe essere obbligato a ripagare il danno: “Grazie alla legge da me fortemente voluta questo soggetto dovrà anche pagare di tasca propria i lavori di ripristino dell'opera”, ha dichiarato Sangiuliano.