quotidiano nazionale
24 apr 2021
24 apr 2021

Covid, torna in Dad la scuola media ‘Pergolesi 1’ di Pozzuoli

L’istituto ha ripristinato la didattica a distanza, a partire da lunedì, a seguito dell’indisponibilità di alcuni docenti in quarantena fiduciaria a casa perché risultati positivi al virus

24 apr 2021
epa09150107 Students at work in the University of Leiden, in Leiden, the Netherlands, 21 April 2021. Universities of applied sciences are ready for the arrival of students, the cabinet will allow them to attend physical education on average one day a week.  EPA/Sem van der Wal
Famiglia isolata dalla cena di Natale
epa09150107 Students at work in the University of Leiden, in Leiden, the Netherlands, 21 April 2021. Universities of applied sciences are ready for the arrival of students, the cabinet will allow them to attend physical education on average one day a week.  EPA/Sem van der Wal
Famiglia isolata dalla cena di Natale

Torna in Dad , ovvero in didattica a distanza, la scuola media ‘Pergolesi 1’ di Pozzuoli . Da lunedì, docenti e studenti svolgeranno infatti le lezioni e le interrogazioni da casa, a causa della quarantena fiduciaria che devono osservare alcuni insegnanti della scuola, risultati positivi al Covid-19 .

La notizia è stata resa pubblica dalla stessa dirigente scolastica dell’istituto, che ha predisposto la sospensione dell'attività didattica in presenza, ripresa da qualche giorno, e lezioni da casa per tutta la prossima settimana. 

Le regole sono diverse invece per le classi terze , che rientrano a scuola per seguire la didattica in presenza e sostenere le prove nazionali Invalsi. Le classi saranno ammesse solo per i giorni e gli orari previsti e, a conclusione delle prove, agli allievi sarà concesso di lasciare autonomamente la struttura. 

La situazione nelle scuole

La tensione è particolarmente crescente a Pozzuoli, dove il personale scolastico e amministrativo non ha ancora completato la prima fase di vaccinazione.

In città la percentuale dei contagi si mantiene ancora alta: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 24 nuovi casi positivi a fronte di 20 persone dichiarate guarite.

Le parole del ministro del Mezzogiorno

Proprio in un momento in cui gran parte dell’Italia torna in zona gialla , è ancora tanta l’incertezza sulla condizione della scuola e sui giovani. 

Così si è espressa la ministra per il Mezzogiorno Mara Carfagna : “I più giovani rischiano di pagare il conto più alto della pandemia, i bambini e ragazzi che non hanno potuto frequentare le scuole, le attività sportive e ricreative, tutto ciò che normalmente farebbe parte della loro quotidianità e che invece è precluso a lungo dalle restrizioni".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?