Vaccinazioni ai profughi afghani ospitati al Covid Residence Ospedale del Mare, Napoli
Vaccinazioni ai profughi afghani ospitati al Covid Residence Ospedale del Mare, Napoli

Napoli, 31 agosto 2021 - Sono 471 i nuovi casi di contagio Covid in Campania su 20.996 tamponi processati, con un tasso di positività del 2,2%. A comunicarlo l'unità di crisi della Regione. Tre i decessi nelle ultime 48 ore, (9 i deceduti in precedenza ma registrati ieri). I ricoverati, ad oggi, sono 402, 18 in più di ieri, di cui 379 in posti di degenza e 23 in terapia intensiva (+ 5).

Covid, Campania 30 agosto: 186 nuovi casi e 8 decessi

Covid Campania, 1 settembre: 491 positivi, 11 morti. Nuova stretta su movida e mascherine

Afghanistan: vaccini Pfizer per 33 rifugiati ospitati al Covid Residence

Sono altri 33 i cittadini di nazionalità afghana che hanno ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer presso il Covid Residence dell'Ospedale del Mare da parte del personale della Asl Napoli 1 Centro così come disposto dall'unità di crisi della Regione Campania. Il gruppo di oggi segue i 36 afghani già vaccinati domenica ed anche nelle prossime ore proseguiranno le somministrazioni, per eventuali ulteriori adesioni volontarie. Complessivamente la platea da vaccinare è di 94 persone.

A seguire saranno eseguiti i tamponi di fine quarantena a tutti gli ospiti, compresi i bambini. In base alle esigenze riferite, è stata assicurata la somministrazione di farmaci per patologie croniche (quali, tra le altre, diabete e ipertensione) e si provvederà a garantire a ciascuna delle persone sotto terapia una scorta di farmaci anche per i prossimi giorni, onde evitare sospensione dell'assunzione degli stessi. E' in via di miglioramento la paziente ricoverata all'Ospedale del Mare di Napoli sottoposta ad intervento chirurgico: il decorso post-operatorio non presenta criticità, ma sarà necessario un iter riabilitativo di un paio di mesi. E' consentito l'accesso al reparto al fratello della paziente. I due neonati presenti nella struttura di Ponticelli sono visitati periodicamente dal neonatologo: allo stato non sono emerse criticità. Prosegue, intanto, l'attività di supporto psicologico a cura dei volontari della protezione civile della Regione Campania.