I diversi tipi di frangia a seconda del tipo di viso
I diversi tipi di frangia a seconda del tipo di viso

Sono poche le donne che nella loro vita non hanno provato a farsi la frangia, anche per vedere solo l’effetto che fa sul proprio viso e provare un look più sbarazzino. Molto spesso, però, dopo il taglio sono arrivati i dubbi che accompagnano questo tipo di hairstyle: starà bene con il mio viso? Come devo portarla con l'outfit? Cerchiamo di dare delle risposte e capire a chi sta bene la frangia e come portarla.
 

Tutti i tipi di frangia che si possono fare

La frangia non è una sola, esistono infatti varie tipologie di questa acconciatura. Quella dritta classica e tagliata in maniera uniforme sulla fronte è la più diffusa, quella corta al centro e scalata verso l’esterno è solo per le audaci; quella che resta lunga sulla fronte è molto versatile, da portare sia in avanti che lateralmente; quella cortissima che si intravede appena non nasconde il viso anzi lo apre magicamente dando più personalità al volto. La mitica fringe, infine, leggermente aperta sulla fronte è perfetta per dare luminosità al viso e allo sguardo: è utilizzata soprattutto da chi porta i capelli molti lunghi e li ha naturalmente lunghi, perché richiede meno “manutenzione”.
Diversi tipi di frangia per diverse tipologie di viso: non sempre è facile orientarsi per scegliere il taglio di capelli giusto per valorizzare l’ovale e renderlo più luminoso.
 

A chi sta bene la frangia

È una delle domande che si sono poste almeno una volta tutte le donne che hanno deciso di cambiare look: starà bene con il mio viso? Naturalmente la frangia perfetta non esiste, c’è bisogno di un hair stylist bravo per individuare quella che si adatta meglio alla propria forma del viso.
Il presupposto fondamentale che bisogna tenere a mente è che la frangia serve a sottolineare i dettagli dell’ovale, dal taglio e dal colore degli occhi alla forma delle labbra. È ideale, ad esempio, per chi ha una fronte non troppo ampia o un volto molto allungato mentre non andrebbe bene a chi ha un viso molto lungo o quadrato o particolarmente carnoso oppure a chi ha i capelli molto ricci e crespi.
Il modello universale di frangia – che sta bene più o meno a tutte – esiste: si tratta di quella a cuore, sia aperta che laterale, perfetta per dare movimento al taglio e valorizzare i tratti del viso.
 

Come prendersi cura della frangia

Prendersi cura della frangia – anche dopo averla fatta ed essere usciti dal parrucchiere – è fondamentale per mantenerla e non farle perdere volume e forma. L’asciugatura dei capelli, dopo lo shampoo, è fondamentale in questo caso: bastano pochi colpi di phon senza beccuccio per sistemarla. Il trucco è quello di non toccarla troppo con le mani e spostarla dalla fronte quando si spalmano creme o make-up, per non sporcarla e far diventare lucidi i capelli che, in questo caso, tendono a ingrassare. Per le acconciature last minute si può utilizzare sulla frangia uno shampoo secco che la renderà all’istante luminosa e vitale.