Domenica 14 Luglio 2024

Tempesta Ciaran si abbatte sull’Italia, fiumi esondati in Toscana, un morto nel Pratese. Un disperso in Veneto

Un uomo è stato trovato senza vita nella sua casa allagata a Montemurlo. Il Bisenzio fuori dagli argini a Campi (Firenze). Ospedali sott’acqua. Il governatore toscano Giani dichiara lo stato di emergenza: “State ai piani alti”. Un vigile del fuoco finito in un torrente nel Bellunese. Allerta rossa in Emilia, fa paura l’Enza. Scuole chiuse anche in Campania. Alberi killer: sette morti in Europa

Roma, 2 novembre 2023 – La tempesta Ciaran sta investendo anche l’Italia. Gli effetti del ciclone sono già pesanti in Toscana (la situazione live). Alluvionato il territorio di Prato, dove diversi torrenti sono straripati: un uomo è stato trovato morto nella sua casa allagata a Montemurlo. Il fiume Bisenzio è esondato a Campi, in provincia di Firenze, il sindaco fa sapere che ci sono tante persone in difficoltà e si attendere l’intervento di mezzi anfibi. Allagati gli ospedali di Pistoia, Pontedera, Prato e in Mugello. Gravi problemi alla circolazione, sia la Fi-Pi-Li e che l’autostrada A11 sono interrotte. Il governatore toscano Eugenio Giani ha dichiarato lo stato di emergenza e invita i cittadini a non uscire e salire ai piani alti. Attesa domani la piena dell’Arno. 

A Seano, nel Pratese, è esondato il torrente Furba
A Seano, nel Pratese, è esondato il torrente Furba

Allerta rossa in Veneto, dove una persona è dispersa. Si tratta di un vigile del fuoco fuori servizio, che stava aiutando il padre a sistemare dei sacchi di sabbia lunga la sponda di un torrente, nel Bellunese. Anche in Emilia è allerta rossa. Nel Parmense e nel Reggiano la popolazione è col fiato sospeso di fronte all’ingrossarsi del fiume Enza. Scuole chiuse anche nei capoluoghi della Campania, dove l’allerta è arancione. Intanto in Europa almeno sette persone sono state uccise, travolte nella maggior parte dei casi da alberi killer, e decine sono rimaste ferite. 

Sommario

L’allarme di Zaia

Veneto in apprensione per il passaggio di Ciaran. Il governatore Luca Zaia a Rainews 24 si dice preoccupato, quindi in un post sui social riferisce di venti che arriveranno a 130 orari. Appello alla popolazione per limitare gli spostamenti a quelli strettamente necessari. Le piogge si sono intensificate all’ora di pranzo nel Triveneto.

“Come sempre il consiglio che ci sentiamo di raccomandare, in via prudenziale, è di non effettuare spostamenti che non siano strettamente necessari, di mantenere una distanza opportuna dai corsi d'acqua, di non sostare vicino a fiumi, torrenti, pareti rocciose, zone a rischio di frane ed evitare di permanere in ambienti interrati o scantinati”, l’appello del governatore. Domani, 3 novembre, si attende un’attenuazione delle precipitazioni con la quota neve che dovrebbe abbassarsi.  

Le previsioni in Italia

Andrea Garbinato, responsabile redazione de IlMeteo.it www.iLMeteo.it, traccia la ‘rotta’ di Ciaran in Italia: “L'intensità delle piogge potrebbero creare disagi e problemi idrogeologici - osserva - Oltre alle precipitazioni, il vento aumenterà repentinamente di intensità. Raffiche di Libeccio e Scirocco superano i 90 km/h abbattendosi il primo sulle coste tirreniche e il secondo su quelle dell'alto Adriatico. Le precipitazioni risulteranno abbondanti in Liguria, Lombardia, medio alto Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia con alto rischio di nubifragi. L'aria fredda favorirà l'abbassamento della quota neve sulle Alpi con i fiocchi che potranno scendere fino sotto i 1400 metri in Alto Adige e in Val d'Aosta”.

Due vittime in Francia 

Annunciata e temuta, l’ondata di forte maltempo si è abbattuta oggi su parte della Francia e della Gran Bretagna. Pioggia intensa, ma soprattutto vento, con raffiche che nel Finistère, in Bretagna, hanno sfiorato i 200 chilometri allora. Si susseguono i black out: si calcola che solo in Bretagna 1,2 milioni di case siano rimaste senza corrente elettrica, coinvolte 780mila persone. Alberi abbattuti un po’ ovunque, centinaia di scuole chiuse. Impressionanti le immagini che arrivano dal porto di Dover, nel sud ovest dell’Inghilterra, colpito da forti mareggiate: cancellati tutti i traghetti. In Francia, nei dipartimenti di Cotes-d'Armor e Manche, in altri 24 vige l’allerta arancione. Il bilancio provvisorio del passaggio di Ciaran Oltralpe conta due morto e decine di feriti, tra cui sette pompieri. Una vittima è un autotrasportatore travolto da un albero contro la cabina del suo Tir nell’Aisne. A Le Havre un uomo è deceduto dopo essere caduto dal balcone per il forte vento. 

Morti in Belgio, Olanda e Germania

Ciaran killer in Belgio. Un bambino di cinque anni e una donna sono stati uccisi a causa della caduta di rami di un albero nella a Gand. Lo ha reso noto la procura locale. Il bambino stava giocando all'aperto quando è stato colpito dai rami, è stato portato in ospedale dove è morto poche ore dopo. Anche un bambino di tre anni è rimasto leggermente ferito ed è stato portato in ospedale. In un altro incidente, la caduta di un ramo ha ucciso una donna di 64 anni nel Parco della Cittadella di Gent mentre passeggiava con il marito e la figlia. La figlia, 31 anni, è rimasta gravemente ferita ed è ora stata sottoposta a un intervento chirurgico. Un morto schiacciato da un albero anche nei Paesi Bassi: è successo a Venray, nella provincia meridionale del Limburgo. Uccisa dalla caduta di una pianta anche una donna bavarese di 46 anni, che era in vacanza con la famiglia con il marito e i suoi due figli. 

Uccisa da un albero in Spagna

In Spagna una donna è morta travolta da un albero a Madrid. Forti piogge e venti stanno flagellando in particolare in regioni del nord del Paese. In diversi punti delle aree centro-settentrionali, segnala l'Agenzia statale di meteorologia (Aemet), sono state rilevate raffiche di velocità superiore ai 120 km/h, specialmente in zone di montagna. In regioni come la Galizia, le Asturie, la Cantabria e i Paesi Baschi sono state già decine le chiamate ai servizi d'emergenza per disagi come cadute di alberi, allagamenti o problemi di circolazione stradale, riporta l'agenzia di stampa Efe. Secondo la Protezione civile, allerte per pericoli legati a mare agitato, vento o piogge sono attive in quasi tutto il Paese, con l'eccezione delle isole Canarie