Meteo, tornerà l'inverno sull'Italia (Ansa)
Meteo, tornerà l'inverno sull'Italia (Ansa)

Roma, 9 marzo 2019 - Imminente cambiamento meteo sull'Italia, con il ritorno di temperature invernali e della neve (in montagna, ma a quote piuttosto basse). In Valpadana il termometro scenderà di nuovo intorno allo zero a metà della prossima settimana.

Già la chiusura del weekend potrebbe riservare qualche fastidiosa sorpresa. Le previsioni meteo di domenica 10 marzo in Italia descrivono una situazione alquanto variegata, in parte a causa dell'instabilità che si accompagna con il rinforzo delle correnti umide del Libeccio. IlMeteo e 3BMeteo condividono la visione di un Paese sostanzialmente diviso in due: nuvole sparse e qualche pioggia in agguato al Centro Nord, e bel tempo al Sud, dove si continua a respirare un'aria che sa di primavera. I maggiori addensamenti si prospettano in Liguria, Friuli Venezia Giulia e alta Toscana, che sono le aree in cui il rischio di locali piovaschi è più concreto. Nelle regioni meridionali della penisola e sulla Sicilia continua a splendere il sole, salvo alcune irregolarità in Campania, che non escludono del tutto la possibilità di tenui rovesci sul finire della giornata. Le temperature miti si mantengono in linea con le medie di stagione.

Previsioni del tempo di domenica 10 marzo: Nord Ovest
Il cielo si preannuncia parzialmente coperto su quasi tutto il settore, con alternanza di nuvole e belle schiarite nel corso della giornata. Gli addensamenti più corposi interessano in particolare le Alpi e la Liguria, con possibile pioviggine sulla Riviera centro-orientale. Nelle grandi città si sta decisamente bene, con 18° a Torino e 17° a Milano.



Nord Est
Anche qui si registrano nubi sparse un po' ovunque, con locali aperture e una generale assenza di fenomeni piovaschi nelle ore pomeridiane. Su Alpi e Friuli le irregolarità più importanti, che possono dare luogo a deboli precipitazioni verso sera. Non si escludono lievi fenomeni nevosi sopra quota 1900m. Le temperature rimangono stabili, con 15° di massima a Venezia.

Centro
Il cielo risulta piuttosto nuvoloso su tutte le regioni, fatta eccezione per la Sardegna, dove le velature mattutine si prestano a decise schiarite nel pomeriggio. Il clima rimane tendenzialmente asciutto, con modeste probabilità di piovaschi sugli Appennini, nonché sulle aree settentrionali della Toscana all'approssimarsi delle ore serali. Massime stazionarie tra i 13° e i 16°, con Roma che si posiziona circa a metà strada con i suoi 15°.

Sud e Isole
Nelle regioni meridionali il weekend si chiude così come è iniziato, ossia all'insegna del cielo sereno e del clima mite. L'unica a non essere perfettamente allineata è la Campania settentrionale, dove la presenza di qualche saltuaria nube potrebbe portare deboli gocce di pioggia in serata. Il richiamo della primavera regala 20° a Bari e 17° a Palermo, mentre altrove le massime sono stabilmente tra i 14° e i 16°.

La prossima settimana. Il meteo.it parla di una "serie di attacchi invernali con neve".  Già lunedì "un'imponente e violenta irruzione di venti di Maestrale con raffiche che soffieranno fino a 100 km/h". Martedì poi "nuovo ingresso di venti di Maestrale da Nord Ovest con la formazione di un Vortice Ciclonico sul mar Ligure".

3bmeteo.com sul calo delle temperature parla di oltre 8-10 gradi con il "ritorno della neve a quote interessanti sull'Appennino"