Siani, il piccolo Martin Francisco Montero Baez, Christian De Sica e Diletta Leotta
Siani, il piccolo Martin Francisco Montero Baez, Christian De Sica e Diletta Leotta
di Beatrice Bertuccioli Tempi duri per Babbo Natale, con i bambini che non desiderano più trenini e soldatini ma chiedono regali tecnologici di cui è sfornito. E come se non bastasse, un’azienda del commercio online decide di sabotare quello scomodo concorrente che consegna gratis pacchi in giro per il mondo. Chi ha incastrato Babbo Natale? è un film diretto e interpretato da Alessandro Siani, dal 16 dicembre nelle sale. Il comico napoletano interpreta un imbroglione matricolato ma al fondo buono, mentre Christian De Sica è Babbo Natale, Diletta...

di Beatrice Bertuccioli

Tempi duri per Babbo Natale, con i bambini che non desiderano più trenini e soldatini ma chiedono regali tecnologici di cui è sfornito. E come se non bastasse, un’azienda del commercio online decide di sabotare quello scomodo concorrente che consegna gratis pacchi in giro per il mondo. Chi ha incastrato Babbo Natale? è un film diretto e interpretato da Alessandro Siani, dal 16 dicembre nelle sale. Il comico napoletano interpreta un imbroglione matricolato ma al fondo buono, mentre Christian De Sica è Babbo Natale, Diletta Leotta la nipote di Babbo Natale e Angela Finocchiaro la Befana.

Alla sua quinta regia, Siani si diverte a costruire una storia che fonde risate e buoni sentimenti, con tanto di elfi e slitte volanti. "Dopo avere realizzato il mio primo film, Il principe abusivo, con Christian, avevo un desiderio smisurato – racconta Siani – di lavorare di nuovo con lui e quindi abbiamo cercato di fare una storia che riproponesse più o meno i meccanismi di quel film ma in una Christimas edition. In un film di Natale il sentimento è una parte fondamentale e così, soprattutto gli ultimi dieci minuti li ho dedicati alla famiglia, allo stare insieme, agli abbracci". De Sica è un campione dei Natale al cinema e con i cinepanettoni ha sbancato per anni i botteghini, con incassi oggi inimmaginabili. "Con questo, ho fatto 106 film, di cui 40 a Natale. Ma se oggi bastano poco più di due milioni di euro per aggiudicarsi il Biglietto d’oro, con i cinepanettoni di milioni ne incassavamo venti e più", ricorda De Sica. E prosegue: "Ma ho sempre interpretato personaggi negativi, misogini, mascalzoni, e quindi devo ringraziare Alessandro che mi ha fatto fare il più buono di tutti, Babbo Natale".

Dopo una breve apparizione nel film di Giampaolo Morelli Sette ore per farti innamorare, in cui era se stessa, per Diletta Leotta si tratta di un vero debutto. "Tv e cinema sono due mondi molto diversi. Come è stato diverso quello che ho fatto rispetto a ciò che sono solita fare, cioè parlare in diretta davanti alla telecamera", dice la bionda conduttrice. E spiega come si è preparata. "Alessandro aveva chiesto che fossi disponibile anche un mese prima dell’inizio delle registrazioni". Subito Siani la corregge: "Riprese". E lei: "Scusate, sono abituata con Dazn. E quel mese è stato importantissimo perché abbiamo fatto un mese di prove, io e Alessandro. Mi faceva leggere ogni scena, anche quelle non mie". Siani precisa: "Avevamo visto tante attrici. Stavo cercando una figura tipo la principessa del mio primo film e Diletta ha avuto la parte dopo tre, quattro provini. Ci ha messo tanto impegno, cercando di entrare in punta di piedi perché c’era il pregiudizio nei confronti di una persona che veniva da un altro ambito. Ma alla fine ha conquistato tutti".