Fra il 1970 e il 1976 il leggendario cineasta Orson Welles portò avanti la travagliata produzione di 'The Other Side of the Wind', coinvolgendo un cast di tutto rispetto che, fra gli altri, comprendeva John Huston, Bob Random, Peter Bogdanovich, Susan Strasberg e Oja Kodar. L'intenzione era di realizzare una satira del cinema hollywoodiano, quello classico come quello che negli anni Sessanta e Settanta stava rinnovando dall'interno l'industria. Welles non riuscì mai a completare il film, che restò un'opera incompiuta nel momento in cui il regista morì, il 10 ottobre 1985. La pellicola è stata terminata da altri, anni più tardi, e sarà proiettata durante il Festival di Venezia 2018, nella giornata del 31 agosto, per poi essere pubblicata da Netflix il 2 novembre. Nell'attesa, il colosso dello streaming ha diffuso il trailer ufficiale.

THE OTHER SIDE OF THE WIND, DI ORSON WELLES

Realizzato come un finto documentario, quello che in gergo si chiama mockumentary, 'The Other Side of the Wind' racconta di un vulcanico regista di nome Jake Hannaford (interpretato da John Huston), che rientra a Los Angeles dopo qualche anno di un auto-imposto esilio europeo e che inizia a lavorare a un film innovativo con la speranza di tornare in auge.

UN REGISTA CHE RICORDA ERNEST HEMINGWAY
Il personaggio di Jake Hannaford è dichiaratamente ispirato alla figura di Ernest Hemingway, che Welles aveva conosciuto nel 1937 e frequentato fino al giorno del suicidio dello scrittore, avvenuto nel 1961. Nello stesso anno, Welles iniziò ad accarezzare l'idea di un film su un vecchio macho, un regista duro e persino violento, ma dotato di un enorme fascino e di un talento riconosciuto da tutti.

IL COMPLETAMENTO DEL FILM
Dopo la morte di Orson Welles ci furono diversi tentativi di completare il film e distribuirlo nelle sale, ma questi sforzi furono travagliati tanto quanto la produzione della pellicola e per molto tempo sembrò impossibile terminare un montaggio che potesse essere presentato al pubblico. L'ingresso in scena di Netflix ha consentito di trovare i finanziamenti necessari e ha anche garantito una distribuzione a livello mondiale, per quanto via streaming e non invece nelle sale cinematografiche.

IL TRAILER SOTTOTITOLATO IN ITALIANO


Leggi anche:
- Mostra del cinema di Venezia 2018. Sulla mia pelle, il film di Netflix su Stefano Cucchi
- Suspiria, ecco il trailer del film di Guadagnino
- A Private War, il film: una giornalista morta per la verità