Tecla Insolia vince Sanremo Young 2019
Tecla Insolia vince Sanremo Young 2019

Roma, 16 marzo 2019 – Tecla Insolia vince Sanremo Young 2019, Eden è il più votato dal web. Si conclude, così, la seconda edizione del teen talent condotto da Antonella Clerici con protagonisti 20 giovani cantanti tra i 14 e i 17 anni. Sul palco dell’Ariston di Sanremo, per la quinta e ultima puntata del programma di Raiuno, tra glitter e paillettes, si rende omaggio al Festival Sanremo 2019 e la padrona di casa chiama come super ospite Raoul Bova.

I quattro finalisti - Eden, Tecla Insolia, Kimono e Giuseppe Ciccarese – nella prima manche duettano con alcuni protagonisti dell’ultima edizione del festival. Parte il tenorino Eden (17 anni di Pomezia, frequenta il terzo anno del liceo turistico) con ‘L’ultimo ostacolo’, insieme all’elegante e sexy Paola Turci. Dall’Academy, Enrico Ruggeri commenta: “Mi sei piaciuto più delle altre volte” (ma dà solo “un bel 6”), Noemi: “Sei stato veramente bravo”, mentre Amanda Lear dà 10 e chiude tutte le polemiche delle scorse puntate quando la giuria è stata ‘cattivissima’ ma il pubblico da casa ha sempre premiato il ragazzo.

Applausi a scena aperta per Tecla Insolia (15 anni, di Piombino, iscritta al secondo anno per grafico pubblicitario) che duetta con Arisa sulle note di Mi sento bene’. La coppia conquista anche i giurati. Belen Rodriguez: “Bravissima”, la Lear: “Superba”. E la stessa Arisa commenta: “Tecla ha una voce al miele, sembra una piccola Audrey Hepburn”.

La terza a salire sul palco dell’Ariston è Kimono (Sofia Tornambene, 16 anni, di Civitanova Marche) che canta insieme a ShadeSenza farlo apposta’. E sembra proprio Federica Carta, ma all’Academy piace: Ruggeri, Shel Shapiro e Maurizio Randelli e Rocco Hunt danno 10. “Io voglio vederla sul palco di Sanremo Giovani” dichiara il rapper. Giuseppe Ciccarese (14 anni, di Brindisi), insieme ad Anna Tatangelo, canta ‘Le nostre anime di notte’ ma non convince Belen: “Manca ancora un po’ di padronanza sul palco”.

Si passa alla seconda manche: la Clerici chiama sul palco un altro superospite, Tony Renis, per scegliere dei grandi successo sanremesi di qualche anno fa da far interpretare ai quattro finalisti. Per Tecla Insolia c’è ‘Gli uomini non cambiano’ di Mia Martini e la piombinese conquista pubblico e giuria ma non Ruggeri. A Kimono viene affidato il brano ‘Le tasche piene di sassi’ di Jovanotti: la marchigiana fa il pieno di nove e dieci. Giuseppe Ciccarese viene messo alla prova con ‘Cinque giorni’ di Michele Zarrillo, mentre Eden canta il brano di Pino Dosaggio, ‘Io che non vivo’ (ricantata anche dal trio Il Volo), ma la giura non è magnanime e si stabilizza sulla media del 7.

Per la terza manche arriva un altro big sul palco dell’Ariston: Riccardo Cocciante. I quattro devono cimentarsi con i successi del cantautore: ‘Margherita’ per Kimono che si emoziona, interrompe la performance e poi riparte; ‘Un nuovo amico’ per Ciccarese che conquista applausi. Tecla canta ‘A mano a mano’ mentre Eden si cimenta in ‘Bella’ di ‘Notre Dame’.

Dopo tante canzoni, arriva il momento della classifica (Academy + televoto): i due finalisti sono Eden e Tecla, eliminati definitivamente Giuseppe Ciccarese e Kimono. Il tenorino e la piombinese si giocano il tutto per tutto con l’ultima prova: il musical. Sulle note dei più grandi successi dei Queen, il pubblico da casa sceglie il vincitore di Sanremo Young 2019: Tecla Insolia che accede di diritto a Sanremo Giovani 2020. “Grazie mille a tutti” dice commossa e quasi incredula la ragazza toscana.