Il titolare di un ristorante in Canada descrive i suoi piatti senza peli sulla lingua
Il titolare di un ristorante in Canada descrive i suoi piatti senza peli sulla lingua

Non sentirete mai uno chef dirvi che un piatto non è granché e che fareste meglio a prendere qualcos'altro: "ogne scarrafone è bell' a mamma soja" e se l'ha inserito nel menu avrà le sue buone ragioni. D'altra parte, non tutti i piatti sono allo stesso livello e lo sanno benissimo anche i ristoratori, ma se lo tengono per sé. Invece Feigang Fei, il titolare del ristorante cinese Cuisine AuntDai a Montreal, in Canada, non si fa nessun problema e correda le descrizioni delle ricette con commenti così onesti, diretti e spiazzanti che sono diventati virali su Twitter. Tutto è partito dal post di una affezionata cliente, Kim Belair, e nel giro di una settimana Fei è finito sulle tv nazionali e sui giornali di mezzo mondo.

Sotto la presentazione dell'Orange Beef ad esempio scrive: "In confronto al nostro General Tao Chicken, questo non è poi così buono. Io però non sono un grande fan della cucina cinese all'americana, quindi sta a voi decidere". In calce a un piatto a base di maiale, bambù e peperoni: "Secondo un sondaggio su Internet questo è il piatto più ordinato dai clienti cinesi in Cina e quando vivevo lì lo ordinavo sempre… Avendo grandi aspettative per questo piatto, a essere sincero non sono entusiasta della nostra versione. Non fraintendete, anche il nostro è molto saporito, è solo diverso da quello che mangiavo in Cina".
 



Sul Saray Sauce Beef: "Lo abbiamo appena inserito nel menu ed è molto popolare fra i nostri clienti, ma non ho ancora avuto l'occasione di assaggiarlo. Mi sa che dovrei passare più tempo a mangiare nel mio ristorante". Sui Singapore noodles: "Hanno un sapore di curry, quindi non sono particolarmente gustosi, ma sono una scelta sicura e vi faranno felici". Per gli involtini imperiali: "Secondo me sono un po' piccoli, ma sono deliziosi". Per il Mouth-watering chicken: "È un piatto molto noto ma per ora non siamo soddisfatti al 100% e presto lo miglioreremo. Sono sorpreso che alcuni clienti lo ordinino ancora, secondo me la nostra Sichuan Pepper Chicken Salad è più buona". Qui potete leggere il menu del ristorante.

In una intervista a Today, Feigang Fei ha spiegato che all'inizio solo alcuni piatti riportavano le sue opinioni, ma che poi le ha aggiunte a tutte le proposte del menu incoraggiato dai clienti, che le trovavano utili e divertenti. Fei e il suo staff si impegnano al massimo, ma al tempo stesso è consapevole che il suo ristorante non è il migliore sulla piazza e quindi preferisce un approccio sincero, in modo che gli ospiti non si facciano aspettative esagerate e sappiano sempre cosa stanno per mangiare. E intanto, come racconta nel suo blog, grazie a quel tweet che gli dato una visibilità inattesa il giro di clienti è aumentato.